Il rock comincia con i Beatles

Beatles  sono ancora un piccolo gruppo di provincia alla ricerca del primo contratto con un’etichetta discografica ma nell’arco di pochi mesi la loro vita cambierà radicalmente e con loro anche la storia della musica.

Il nostro Dario, amante del rock, mi racconta un anno speciale. E’ il 31 dicembre del 1961, un giorno indimenticabile; un terribile temporale si abbatte sul territorio inglese, nel  sud in particolare, una di quelle tempeste di neve che sarebbe rimasta negli annali. Fatta eccezione per qualche passante, non c’era nessuno davanti al Royal Hotel Woburn Place ad accorgersi di quattro giovani musicisti con tanto di  strumenti a seguito. Erano appena arrivati con un camioncino direttamente da Liverpool, 350 chilometri  di viaggio, non certamente una passeggiata.  I Beatles, oltre i confini di Liverpool, erano quasi perfetti sconosciuti, speravano molto in quell’ audizione con la Decca MUSIC, credevano che un contratto discografico avrebbe trasformato la loro vita di musicisti e cantanti.

images[6]
Così il mattino dopo, i quattro musicisti : John Lennon, Paul McCartney,  George Harrison e Pete Best si presentarono puntualissimi alle 11 davanti gli studi della famosa casa discografica Decca nata nel 1929.  I quattro  ragazzi attesero Mike Smith uno dei fondatori della casa discografica per qualche ora e non appena arrivò cominciano la loro audizione con un  repertorio di 15 brani,  solo 3 provenivano dalla penna di John Lennon e Paul McCartney , mentre gli altri brani erano cover di pezzi più vecchi degli anni 40 e 50 .

Terminata la sessione Mike Smith proposte ai ragazzi di pranzare insieme ma questo invito fu mal interpretato in quanto i Beatles credettero di aver firmato il contratto ma in realtà  Smith, il giorno prima, aveva ascoltato altri gruppi e non aveva alcuna intenzione di prende accordi con i Beatles. Poco tempo dopo si rese conto di quanto questa scelta fosse stata sbagliata.

Tornati a Liverpool i Beatles aspettarono con ansia che la casa discografica li contattasse, ma quando si resero conto che ciò non sarebbe accaduto, iniziarono a credere di  non avere più  speranze ma, per nostra fortuna,  una seconda possibilità era in serbo  per loro.

E fu così che il 6 giugno 1962 i Beatles si presentarono all’audizione alla Parlophone,  inaugurando, così  un periodo di grandi cambiamenti, innanzitutto nel look: via i  giubbotti e  i pantaloni di pelle nera per far spazio  a gilet e camicie bianche su pantaloni a righe. Anche  il batterista venne  sostituito da Ringo Starr.

Questa seconda audizione  si concluse con la firma di un contratto per i Beatles. Grazie anche alla tenacia di Neil Aspinall, da sempre loro manager, il quale  non si diede per vinto e continuò incessantemente a proporre i brani dei Beatles in giro per Londra.

Brani che portarono i Beatles sulla cresta dell’onda furono” Bye Bye Pete“,  “Love Me Do”, e “PS  i love you”, il 45 giri con questi tre brani  scalò le vette  delle classifiche  mondiali portando in auge il gruppo che diventerà un’icona del rock bit inglese e che di lì a poco cambierà il modo di sentire,  vivere e fare la musica.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Jbt8oH5Lxto[/youtube]

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: