I dischi del sole, la storia d’Italia nella canzone popolare

Venerdì 30 marzo esce la ristampa di 12 album, estratti dal catalogo I dischi del sole, che ripercorre 200 anni di storia d’Italia attraverso la canzone popolare.

Warner Music Italia e Ala Bianca Records presentano la ristampa di 12 album tra i più rappresentativi della collana I dischi del sole, in uscita il 30 marzo 2018. L’iniziativa ripercorre le tappe più significative della storia d’Italia dall’Unità ai giorni nostri. Da Giovanna Marini a Ivan Della Mea, da Caterina Bueno e Giovanna Daffini alla raccolta Ci ragiono e canto che vanta la regia di Dario Fo. E tanto altro ancora.

Da gennaio 2018 l’intero catalogo de I dischi del sole è anche disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming

I dischi del sole è una prestigiosa etichetta nata a Milano che, a partire dagli anni ’60 e ’70, ha permesso al pubblico italiano di conoscere un vasto repertorio di musica popolare. Lo ha fatto pubblicando opere di una nuova generazione di autori ed interpreti di canti folk e d’autore, sociali e di protesta. Musiche e parole, spesso di autori sconosciuti, espressione dei momenti più significativi della nostra storia e della nostra cultura. Dagli anni ‘90 l’etichetta discografica Ala Bianca si impegna nel recupero di questo storico catalogo. Con la collaborazione dell’Milano dell’Istituto Ernesto De Martino, ente che raccoglie ricerche sul campo di carattere storico, sociale, antropologico ed etnografico.

Obiettivo della ripubblicazione è quello di preservare la memoria storica. L’intera collana de I dischi del sole, infatti, rappresenta la più grossa operazione culturale e di documentazione storica nel settore musicale. Ala Bianca per rivolgersi a un mercato più ampio, non solo culturale, ha investito nel recupero di tali contenuti digitalizzandoli, rimasterizzandoli e ripubblicandoli. Rendendoli così disponibili al grande pubblico grazie anche alla tecnologia digitale.

“Siamo convinti dell’importanza e della validità del nostro sforzo. Partendo dalla considerazione che la storia non è fatta solo di trattati e guerre, di personaggi illustri ed eroi, ma anche di fatti minimi, di uomini umili, di gesti quotidiani”

Dichiara Toni Verona, fondatore di Ala Bianca. “I dischi del sole sono un’occasione per leggere in modo diverso la storia degli uomini, delle idee, delle lotte che hanno costruito il nostro paese. Vogliamo riproporli per offrirli a chi li conosce già e oggi guarda al passato con gli occhi del presente. Ma soprattutto per far conoscere queste voci anche ai giovani che vivono il presente. Con lo sguardo rivolto al futuro e sono alla ricerca di un loro mondo e di una loro concezione dei tempi che cambiano. Ala Bianca ha messo in campo la propria sensibilità e competenza professionale per la tutela di un bene culturale, che non può limitarsi alla mera conservazione. Ma deve essere diffuso e divulgato al fine di impedirne la consunzione e la perdita”.

Ala Bianca è una compagnia di Edizioni e Produzioni musicali, fondata nel 1978

Negli anni ha costituito un vasto Catalogo Editoriale con autori prestigiosi come Dario Fo, Enzo Jannacci, Alan Sorrenti, Francesco Guccini. Marlene Kuntz, I Nomadi, Giovanna Marini, Ivan Della Mea. E altri meno noti delle attuali generazioni. Discograficamente vanta una produzione artistica ricca e variegata spaziando dalla canzone popolare, I dischi del Sole, alla canzone d’autore, I dischi del Club Tenco.

Con interpretazioni di Francesco Guccini, Roberto Vecchioni, Paolo Conte, Fabrizio De AndréPino Daniele, Roberto Benigni, Paolo Rossi ecc. Ma anche alla produzione di altri artisti, come Enzo Jannacci, Giorgio Conte, Alan Sorrenti, Gianni Maroccolo e molti altri. La distribuzione è affidata a Warner Music Italia.

Scarica qui l’elenco de I dischi del sole

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: