I gay non possono guidare e il divorzio breve è fantascienza

E’ quanto andato in onda martedì 3 febbraio su Radio Radicale durante il consueto appuntamento a cure della Lega Italiana per il Divorzio Breve.

Il primo collegamento è stato con l’avvocato catanese Giuseppe Lipera, già ospite della nostra trasmissione in passato e sempre in prima linea quando si tratta di difendere i diritti della persona. Questa volta la vicenda grottesca riguarda un episodio di omofobia misto ad ignoranza. Il secondo collegamento è stato col sen. Enrico Buemi.

Riduzione del risarcimento

La storia è ormai nota alle cronache: un ragazzo aveva dichiarato la propria omosessualità nel 2001 alla visita di leva e l’informazione era stata trasmessa alla motorizzazione che aveva adottato il provvedimento discriminatorio della sospensione della patente perché il giovane gay non avrebbe avuto i “requisiti psicofisici richiesti” per guidare. Il giovane si rivolse all’avvocato Giuseppe Lipera che iniziò la battaglia giudiziaria per il giusto risarcimento del danno che, però, in sede di appello è stato ridotto a 20 mila euro rispetto ai 100 mila euro stabiliti dal giudice di primo grado.

Il ricorso in Cassazione

A questo punto, grazie al ricorso dell’avv. Lipera, si è pronunciata la Cassazione osservando che: “nonostante il malaccorto tentativo della Corte territoriale di edulcorare la gravità del fatto, riconducendola ad aspetti soltanto endo-amministrativi, non pare revocabile in dubbio che la parte lesa sia stata vittima di un vero e proprio (oltre che intollerabilmente reiterato) comportamento di omofobia“. Ovviamente è possibile riascoltare l’intervento dell’avv. Lipera nell’audio alla fine dell’articolo.

Un lunghissimo divorzio breve

Ospite in collegamento nella seconda parte della trasmissione il senatore Enrico Buemi, socialista membro della commissione giustizia e già più volte nostro ospite. Oggetto della puntata è come sempre il divorzio breve, ma anche altri diritti negati agli italiani, in modo particolare quello di avere una giustizia efficiente, lo stesso Buemi ha presentato proposte per l’amnistia e l’indulto.

Contrasto nella maggioranza

Il sen. Buemi conferma quanto già è stato detto in altre occasioni sul divorzio breve, il problema della mancata calendarizzazione in Aula al Senato dipende da un contrasto interno alla maggioranza rappresentata da PD ed NCD, oltre ai tempi stretti con cui si sono volute approvate le riforme istituzionali. Chiaramente al Senato il problema della legge elettorale è superato, così come lo scoglio dell’elezione del Presidente della Repubblica, quindi ogni settimana in più di attesa è decisamente orientata a far naufragare questa legge tanto attesa dagli italiani, come mostra l’ostracismo che hanno subito i senatori del M5s quando ne hanno proposto l’immediata calendarizzazione.

Filo diretto con gli ascoltatori. La puntata è proseguita con il filo diretto tra il sen. Buemi e gli ascoltatori della radio. In studio come sempre Alessandro Gerardi e Diego Sabatinelli che vi aspettano anche questa sera, dalle 22 circa, naturalmente su Radio Radicale.

Buon ascolto a tutti.

Diego Sabatinelli

Dal ’95 letteralmente “batto le strade” di Roma per promuovere le iniziative nonviolente radicali, a partire dalla raccolta firme su 20 referendum che si svolge proprio quell’anno… http://www.diegosabatinelli.it/index.php/chi-sono

2 pensieri riguardo “I gay non possono guidare e il divorzio breve è fantascienza

  • 11 febbraio 2015 in 18:48
    Permalink

    Salve tutti
    La informo che ho inviato a tutti i senatori che lei mi ha segnalato il
    seguente testo:
    Al Senatore/trice, Capigruppo e il presidente del senato
    chi le scrive e’ un cittadino italiano estremamente interessato alla
    definitiva approvazione del d.d.l. in oggetto. Illustrissimo, tanti cittadini di ambo i sessi aspettano con ansia questa nuova legge che li aiuterà a risolvere meglio, di comune accordo con l’ex-coniuge,
    una condizione personale e famigliare molto triste e incerta. Confido nella sua sensibilità istituzionale e umana e le porgo i miei più cordiali saluti,

    PRESIDENTE DEL SENATO DELLA REPUBBLICA. Pietro Grasso
    Senatrice: Loredana Depetris, Laura Bianconi
    Senatore: Luigi Zanda, Karl Zeller, Andrea Cioffi, Gianmarco Centinaio, Mario Ferrara, Paolo Romani.
    Per una giusta causa fattolo pure voi

  • 11 febbraio 2015 in 12:55
    Permalink

    Salve a tutti
    Sarò molto felice se arriva anche il Si dal Sento, così si finisce di fare delle battaglie, anche per amore dei figli ,così ognuno di noi prende la propria strada ,non sono d’accordo con chi dice che non si vuole sposare più .io posso dire solo viva l amore.
    Buona giornata

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: