A Fossombrone apre una nuova Galleria d’Arte

Domenica 13 maggio, a Fossombrone, apre una nuova Galleria d’Arte con la mostra Volta e Rivolta, collettiva di ventotto artisti contemporanei.

Si apre domenica 13 maggio, con la mostra collettiva intitolata Volta e Rivolta, una nuova galleria d’arte a Sant’Anna di Fossombrone. Sono ventotto artisti chiamati a interpretare un ritornello di un canto di libertà e di lavoro della fine Ottocento. Volta e rivolta è una canzone che racconta la fatica degli scariolanti, intenti a lavorare nel fango delle zone paludose. La galleria è un nuovo spazio della Casa degli Artisti che dopo nove anni di Arte all’aperto e Land Art, apre cinque sale per le mostre.

Gli artisti provengono dall’Italia, dalla Cina, dalla Mongolia, dall’Olanda, dalla Svezia

Si sono espressi con sculture, ricami, installazioni, pitture ad olio, oggetti perduti e ritrovati, arazzi fotografici dipinti e terrecotte sgargianti. L’ispirazione a un canto di lavoro di fine Ottocento, Gli Scariolanti, rende omaggio alle lotte per il lavoro, per la libertà, per l’educazione collettiva. I cinquant’anni dal 1968 sono un piccolo pretesto e una casualità storica, ma nella collettiva artistica di Sant’Anna del Furlo, quello che si vuole mettere in mostra è la spinta rivoluzionaria. Il moto di ribellione che rompe vecchi schemi e fa irrompere il pensiero nuovo.

Nelle cinque sale, con piccole sculture, dipinti, creazioni materiche, fotografie, ceramiche, ricami, si racconta lo spirito delle Avanguardie. Della contestazione, dell’Uomo contro, dell’anticonformismo, il coraggio degli outsider, la fame di giustizia e di fratellanza. La mostra si apre il 13 maggio, famosa data del Maggio francese, e chiude il 28 luglio. È organizzata dallo Studio 121 di Perugia e dalla Casa degli Artisti di Fossombrone. La cura è dello storico e critico dell’Arte, Andrea Baffoni. Il programma prevede, alle ore 16, l’esecuzione del brano Gli Scariolanti a cura della vocalist Tiziana Gasparini e del chitarrista Antonello Andreani. Ci sarà poi la visita alla mostra, accompagnati dagli artisti e dal Curatore.

Alle 17 lo storico dell’arte Andrea Baffoni, discute sul tema Impossessarsi della Rivoluzione

Alle 18 sarà mostrato il videointervento del docente Elvio Moretti, intitolato Pop, che sarà accompagnato dai contributi vocali di Tiziana Gasparini a cui seguirà l’intrattenimento musicale con Antonello Andreani e un buffet. Una domenica da passare immersi nell’arte e nella rievocazione dei sentimenti di Rivoluzione che hanno animato il Maggio Francese e non solo.

Giuseppina Gazzella

Classe 1984, marchigiana di nascita, cittadina del mondo per natura. Scrive e canta con la consapevolezza, la voglia e la pretesa di fare meglio ogni giorno, e di crescere sempre, perché sentirsi arrivati equivale all’essere morti.

Cosa ne pensi?

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: