Nuovo album di inediti per Federica Fornabaio

Venerdì 9 marzo esce Unpeaceful, nuovo album di inediti per piano e piccolo ensemble della pianista e compositrice Federica Fornabaio.

Pianista, compositrice e arrangiatrice, oltre che direttrice di orchestra in ambito pop, Federica Fornabaio torna con un nuovo album. Venerdì 9 marzo esce infatti Unpeaceful, album per piano e piccolo ensemble con archi, percussioni e fiati. Contiene dieci brani, tra cui Asience, donato alla Fornabaio da un’icona della musica colta come Ryuichi Sakamoto. Federica Fornabaio, allieva di Einaudi e di Piovani, pluripremiata compositrice di colonne sonore in Italia e all’estero, si contraddistingue per la sua personalità musicale eclettica. Una donna che vive la musica in ogni sua sfaccettatura, con un’attenzione al suono e alla produzione rara in ambito musicale femminile.

Una cura dei dettagli evidente in Unpeaceful

Federica Fornabaio apre l’album con il brano Camera a nord, arricchito all’inizio dalla sezione dei fiati che crea attesa e atmosfera al contempo. L’entrata in scena del piano e del violino porta l’ascoltatore ad essere rapito e trasportato in un viaggio attraverso suoni e note che tengono sospesa l’anima. Nella struttura dei brani è riconoscibile l’esperienza di studio che Federica Fornabaio ha avuto come allieva di Einaudi e Piovani. Il tocco che ha sul pianoforte, i crescendo e i pianissimo, denotano una grande attenzione alla dinamica dei pezzi. Dinamica che riesce a toccare diverse corde dell’anima, e a suscitare sentimenti a volte contrastanti tra loro.

Se si chiudono gli occhi ci si ritrova ora in Oriente, ora nel deserto, o addirittura sulla spiaggia di un paese esotico e lontano

Unpeaceful è un album molto eterogeneo, dall’ascolto piacevole e intenso. I brani scelti da Federica Fornabaio sono diversi tra loro, e arrangiati in modo curato e sorprendente. Un incastro sapiente tra pianoforte, archi, fiati e sezione ritmica. Atmosfere delicate che diventano improvvisamente incalzanti e capaci di non perdere mai l’attenzione dell’ascoltatore. Le note avvolgono e coinvolgono totalmente chi le ascolta, fino a Vento, pezzo che chiude l’album e che grazie al suo arrangiamento riesce a far spirare uno zefiro piacevole sulla pelle dello spettatore. I sensi sono sollecitati e la mente è proiettata in una dimensione fatta di pace, natura e silenzio. Unpeaceful è senza dubbio un lavoro che riesce ad emozionare la parte più profonda della nostra anima.

Federica Fornabaio si esibirà con Unpeaceful in tre importanti date live

La prima è quella del 25 marzo a Bari, presso il Teatro Forma. Sarà poi la volta di Roma, venerdì 6 aprile, All’Auditorium Parco della Musica, per poi andare a Milano domenica 15 aprile, al Blue Note. La compositrice è attualmente sotto contratto discografico con Sony Classical, dopo aver pubblicato un disco che porta il suo nome con etichetta Warner Music. Unpeaceful è stato registrato in altissima qualità audio con la produzione di Pasquale Minieri, e masterizzato nei mitici Abbey Road Studios di Londra, con la supervisione di Andy Walter. In uscita il 9 marzo, giorno che succede la Festa della Donna, è il modo migliore per celebrare l’universo femminile e il grandissimo talento di Federica Fornabaio.

Giuseppina Gazzella

Classe 1984, marchigiana di nascita, cittadina del mondo per natura. Scrive e canta con la consapevolezza, la voglia e la pretesa di fare meglio ogni giorno, e di crescere sempre, perché sentirsi arrivati equivale all’essere morti.

Cosa ne pensi?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: