Otto domeniche a Milano. Auto ferme tutti a piedi

Domenicaspasso 2013Per otto domeniche Milano, la frenetica e caotica Milano, si ferma accogliendo DomenicASpasso: otto domeniche in cui le auto e i veicoli si fermeranno per accogliere le molteplici iniziative, rigorosamente a piedi o in sella a una bicicletta. Il secondo appuntamento del 2013 si terrà domenica 7 Aprile ed accoglierà la tredicesima edizione della Milano City Marathon, offrendo agli oltre diecimila atleti una città senza motori, da vivere a piedi o in bicicletta. Il divieto di circolazione per auto e moto sarà dalle 10 alle 18. Con le agevolazioni dell’ azienda di trasporti milanese, ATM, e le molteplici iniziative, il divertimento è assicurato. Si conferma la gratuità di tutti i musei civici; Castello Sforzesco, Museo del Novecento, Museo Archeologico, Museo del Risorgimento, Museo di Storia naturale; mentre i bambini potranno divertirsi durante tutta la giornata, con attività, laboratori musicali e creativi presso il cortile del Palazzo Marino, che si trasforma nel Palazzo Bambino.

Non solo: per tutto il percorso della Maratona, dalle ore dieci, saranno allestiti diversi palchi in Piazza della Repubblica, in viale Elvezia, in Piazza Oberdan, in Piazza Liberty e infine la musica sarà presente anche all’arrivo in , in Piazza Castello, con i Settegrani. Una domenica all’insegna della salute, dello sport, della creatività e dell’arte. Dal Parco di Primavera, un parco tematico con giochi e giostre con ingresso libero; al Navigli Acqua Festival dove sarà presente il concorso per video makers, Remaking Navigli, indetto dalla Fondazione Cinetica Italiana  presso lo spazio Lounge in concomitanza con  Omaggio Maria Callas Mostra di alcuni costumi di scena della Traviata di Luchino Visconti realizzata dall’Accademia Teatro alla Scala di Milano; La lunga sciarpa per il Naviglio; Laboratorio di maglia -ferri o uncinetto- a cura dell’Associazione Culturale Coinvolgente per la realizzazione della sciarpa dedicata e per citarne alcuni: Book Barge – Martesana; Bambini all’opera; Mestieri dello Spettacolo; L’arte dell’Aperitico; io amo i Navigli. Non sono finite qua le molteplici iniziative che caratterizzeranno questa domenica a piedi: Chiese e palazzi a Porta Vercellina faranno scoprire, in una passeggiata, una zona di Milano, caratterizzata dalla presenza di molteplici edifici religiosi. L’arte che vive la strada non si ferma:  attraverso Skate is all … Skate all!!! in Piazza Duca D’aosta saranno presenti delle lezioni gratuite offerte dalla Associazione Sportiva Dilettantistica Skate all, che mette a disposizione tutto il materiale tecnico -tavole e caschi- per provare il primo approccio allo skateboard, seguiti dagli Istruttori della Skateboard School -età minima anni 4-.

E se il tempo della capitale meneghina non fosse a favore, si garantisce il regolare svolgimento presso i portici di Via Vittorio Pisani. Arte e strada si incontrano attraverso le iniziative: Parkour. Allenamento aperto a tutti!, Fai suonare le tue gambe, Street Music Live; e per gli amanti della bicicletta: Decora la tua bici,A tutta bici! Laboratorio di manutenzione della bicicletta. Per i milanesi -e non- grandi e piccini, che trovano nella recitazione una fonte di divertimento e passione, saranno anche presenti le iniziative:I Fantasmi di Parco Sempione,PLAY-K 2013. Come dovrei vivere oggi? . Una serie di domeniche che riescono a soddisfare i gusti e le esigenze di una città sempre in crescita, movimentata ma che riserva un occhio di riguardo verso l’ambiente e la natura. Una domenica all’insegna del verde, della cultura, dell’arte alla ri-scoperta della splendida Milano.

2 pensieri riguardo “Otto domeniche a Milano. Auto ferme tutti a piedi

  • 7 aprile 2013 in 23:58
    Permalink

    Ho provato una volta l’emozione di una domenica senza auto a Milano. E’ stata un’esperienza sconvolgente. La città invasa da ciclisti nevrotici e prepotenti calati sulla città come le orde degli Unni, ma un po più violenti. Uno scampanellava furibondo perché negli stretti passaggi del Castello Sforzesco circolavano dei pedoni. Un’altro ha insultato una coppia con bambino in passeggino rei di essere lenti in mezzo a Via Dante. Ai semafori poi le biciclette non si fermano e non pensano nemmeno di dare la precedenza ai pedoni. Penso che da ora in poi prima di andare a Milano mi accerterò che ci siano le macchine in circolazione, con le macchine c’è più sicurezza, più ordine e più civiltà. Anche es questo politici e giornalisti non lo diranno mai!

  • 7 aprile 2013 in 23:58
    Permalink

    Ho provato una volta l’emozione di una domenica senza auto a Milano. E’ stata un’esperienza sconvolgente. La città invasa da ciclisti nevrotici e prepotenti calati sulla città come le orde degli Unni, ma un po più violenti. Uno scampanellava furibondo perché negli stretti passaggi del Castello Sforzesco circolavano dei pedoni. Un’altro ha insultato una coppia con bambino in passeggino rei di essere lenti in mezzo a Via Dante. Ai semafori poi le biciclette non si fermano e non pensano nemmeno di dare la precedenza ai pedoni. Penso che da ora in poi prima di andare a Milano mi accerterò che ci siano le macchine in circolazione, con le macchine c’è più sicurezza, più ordine e più civiltà. Anche es questo politici e giornalisti non lo diranno mai!

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: