DirittiUmaniDaLeoni

Nella favola del Piccolo Principe c’è un passo che dice: «Quando gli dite – agli adulti – che avete un nuovo amico non vi chiedono mai nulla di essenziale. Non vi chiedono mai qual è il suono della sua voce? Quali sono i giochi che preferite? Colleziona farfalle?  Invece chiedono, Quanti anni ha? Quanti fratelli ha? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre? Solo con questo pensano di aver imparato qualcosa di lui».

Questa frase descrive bene il mondo degli adulti, che vedono la vita solo attraverso i numeri, al contrario il cuore di un bambino non discrimina, non è interessato al guadagno né alla posizione sociale. Sono i giovani che devono ribaltare questa situazione e l’educazione dovrebbe aiutarli in questo. Si deve lottare per i diritti umani, lottare per quello in cui si crede. Altrimenti i diritti umani restano solo parole vuote.

Le istituzioni che dovrebbero salvaguardarli spesso non lo fanno. Sta a noi diffenderli a qualunque costo. Lo scopo di essere al mondo è quello che ogni individuo riesca a vivere una vita felice e soddisfacente, che ogni individuo possa esprimere la propria individualità, che possa esprimere quella voce interiore che ognuno ha, che possa esprimere se stesso e coltivare il proprio potenziale.

Mentre troppo spesso gli individui sono considerati solo come numeri e statistiche. Bisogna lottare per i diritti umani e non permettere che siano calpestati. Ognuno di noi ha il diritto di essere felice e il governo, le istituzioni devono lavorare affinchè ciò avvenga. Non è un’utopia, se ogni cittadino si alzasse in favore dei diritti umani, se il bene diventasse più forte del male, tutto potrebbe cambiare. Bisogna partire dal nostro piccolo mondo, cominciare a lottare dalle piccole cose. Bisogna fare il primo passo e non restare a guardare.

Bisogna alzarsi da soli come un leone che non cerca compagni, perché sono i compagni che cercano lui.

Contatta Federica  Scorpo

{jcomments on}

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: