Debora Mattiello, Allontanarsi dalla linea gialla

Al Teatro lo Spazio dal 17 al 19 aprile 2018 il debutto nazionale di Debora Mattiello, autrice e interprete di Allontanarsi dalla linea gialla, musiche originali di Francesco Verdinelli.

Una serie di comizi,‘d’armi e d’amore’ in una sala d’aspetto di seconda classe, oggi, in una stazione al centro del paese. Lo spettacolo Allontanarsi dalla linea gialla, scritto e interpretato da Debora Mattiello, in scena al Teatro Lo Spazio in prima nazionale dal 17 al 19 aprile 2018 presenta una serie di personaggi in attesa di partire che vogliono lasciare un segno prima che sia troppo tardi.

“Questi ‘omini’ buffi che si dannano, – afferma Debora Mattiello – queste formichine in affanno, sovrastate dai loro piccoli drammi quotidiani, queste vittime, fanno sorridere. Poi lo vedono, quel taglio nel muro è ancora lì, vivo. È lì dal 2 agosto del 1980, dal giorno della più grande strage avvenuta in Italia in tempo di pace. Dalle crepe si può guardare fuori e scorgere istantanee, frammenti, cicatrici di quegli anni così confusi: gli anni dello stragismo, gli anni di piombo, della guerra fredda, della crisi dei partiti, del conflitto tra capitale e lavoro, del cottimo, degli studenti, del divorzio…..del terrore. Il terrore.

Improvvisamente tutto esplode e noi non siamo più padroni di niente, neanche del nostro corpo. La Grande Storia ci deflagra addosso e copre di macerie le nostre piccole vite ponendoci tutti sullo stesso piano, vittime.

Con il termine ‘trauma turn’ le scienze sociali individuano il ruolo e la funzione di un evento traumatico nella vita di una comunità: attraverso il ricordo di un trauma, un popolo costruisce la propria identità e la trasmette alle generazioni successive. Per questo si può dire che il passato edifichi il presente. Ed oggi cosa è davvero cambiato?”.

Teatro Lo Spazio, via Locri 42,44.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: