CasaPound. Padri separati e diritto alla proprietà della casa

conferenza8febbraio

Alle famiglie monogenitoriali, e ai padri separati in particolare, che si trovano il più delle volte ad essere il soggetto economicamente più debole nella rottura di un rapporto, va garantito il diritto alla proprietà della casa perché possano vivere con pienezza e serenità il rapporto con i figli”. Ad affermarlo è Simone Di Stefano, candidato governatore di CasaPound Italia nel Lazio, che illustrerà le proposte di Cpi sul tema nel corso di una conferenza, che sarà anche un’occasione di confronto con tutte le associazioni di settore.

L’incontro, dal titolo “Padri separati e diritto alla proprietà della casa”.

Una proposta di CasaPound per le famiglie monogenitoriali’, si terrà venerdì 8 febbraio, alle 21, a CasaPound, in via Napoleone III 8, a Roma, e vedrà la partecipazione di Alessandro Gerardi, avvocato esperto in diritto di famiglia; Marino Maglietta, padre della legge sull’affido condiviso, consulente parlamentare, socio onorario AIMeF Associazione Italiana Mediatori Familiari e membro della Consulta Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza “Gianni Rodari”; Diego Sabatinelli, segretario Lid – lega italiana divorzio breve; Stefano Pala, padre separato.

Sheyla Bobba

Classe 1978.

È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

4 pensieri riguardo “CasaPound. Padri separati e diritto alla proprietà della casa

  • 15 febbraio 2013 in 12:53
    Permalink

    Finalmente un argomento così delicato affrontato con serietà, equilibrio e completezza di ciò che succede nei Tribunali se c’è una separazioni con figli.
    Complimenti, andate avanti tutta. Devono finire queste tristi storie fatti di disperazione economica e morale!! Un padre separato ridotto sul lastrico a causa delle ingiustizie del Tribunale dei minori.

  • 15 febbraio 2013 in 12:53
    Permalink

    Finalmente un argomento così delicato affrontato con serietà, equilibrio e completezza di ciò che succede nei Tribunali se c’è una separazioni con figli.
    Complimenti, andate avanti tutta. Devono finire queste tristi storie fatti di disperazione economica e morale!! Un padre separato ridotto sul lastrico a causa delle ingiustizie del Tribunale dei minori.

  • 9 febbraio 2013 in 13:19
    Permalink

    splendido tema da dibattere per chiarire ciò che è già chiaro a chi non ha (o non vuole avere) le idee chiare. Solo in Italia si parla tanto di ciò che è più che scontato: addirittura pleonastico. Habitat=rapporto genitoriale.

  • 9 febbraio 2013 in 13:19
    Permalink

    splendido tema da dibattere per chiarire ciò che è già chiaro a chi non ha (o non vuole avere) le idee chiare. Solo in Italia si parla tanto di ciò che è più che scontato: addirittura pleonastico. Habitat=rapporto genitoriale.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: