CARCERI, STRASBURGO CONDANNA ANCORA L’ITALIA: trattamento inumano per un detenuto di Foggia

impiccaCARCERI:NUOVA CONDANNA PER ITALIA,RECLUSO FOGGIA CURATO MALE
CORTE DIRITTI STRASBURGO, TRATTAMENTO INUMANO E DEGRADANTE (ANSA) – STRASBURGO, 29 GEN – L’amministrazione penitenziaria del carcere di Foggia non ha fornito cure adeguate a un detenuto, Bruno Cirillo, affetto da una paralisi parziale del braccio sinistro. La Corte dei Diritti dell’Uomo ha quindi condannato oggi l’Italia per trattamento inumano e degradante del detenuto riconoscendogli un risarcimento per danni morali di diecimila euro. (ANSA).

E ci risiamo, dopo venti giorni l’Italia subisce una seconda condanna per lo stesso motivo. Sembra quasi come se finalmente la voragine delle colpe si sia aperta, la verità viene a galla, e sicuramente le condanne aumenteranno. Stando a quanto ci ha riferito Irene Testa, segretaria dell’Associazione “Il Detenuto Ignoto”, nell’intervista che le abbiamo fatto noi di Senza Barcode riguardo alla condanna di Strasburgo all’Italia, la situazione all’interno dei penitenziari Italiani è tanto più grave della stessa condanna, nel senso che la realtà è rimasta per troppo tempo estranea a quello che tutti credevamo. Ora che la Corte dei Diritti dell’Uomo ha riaperto la ferita aspettiamo le prossime elezioni per vedere come il Governo la curerà.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: