Allarme pulci: Asl di Labaro e Prima Porta infestata!

Qui, gatta ci cova… È proprio il caso di dirlo guardando a quanto accaduto a Roma, presso il presidio Asl di Labaro e Prima Porta.

L’ufficio, un presidio sanitario locale, è stato chiuso a causa di una infestazione di pulci, portate, probabilmente, “dall’abituale presenza di numerosi gatti randagi“. Questo si legge nella interrogazione che il Consigliere regionale Luca Malcotti ha presentato al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e alla sua Giunta, chiedendo l’immediato ripristino dei servizi. Al momento, il risultato di questa situazione è “il trasferimento delle prestazioni sanitarie in viale di Tor di Quinto“.

Tradotto in termini pratici, servizi sanitari di base spostati a 10 chilometri di distanza dal presidio di Labaro. Cosa che, in un periodo fervido di vaccinazioni e quanto altro, non può che provocare numerosi disagi agli abitanti di questo quadrante di Roma nord.

La situazione ha messo in allarme le strutture vicine

“la Asl ha suggerito al Municipio XV di effettuare una disinfestazione preventiva per la vicina scuola dell’infanzia”, un’azione doverosa dopo quanto accaduto. Ora, sia chiaro, tutto può accadere, anche che delle pulci infestino un presidio sanitario. Ma la domanda è: quanto tempo occorrerà per rivedere nuovamente aperta e funzionante la Asl di Labaro e Prima Porta? Perché tutto ruota non attorno al problema ma alla sua risoluzione. Ironizza il Consigliere Malcotti, dichiarando ad un noto quotidiano: “sulla vicenda ho presentato un’interrogazione urgente al presidente Zingaretti affinchè, tra un taglio di nastri ed un altro, trovi il tempo per occuparsi di questa situazione”.

Marco Ottaviani

Giornalista, classe '78, svolge la professione da quasi vent'anni. Impegnato tra comunicazione politica ed istituzionale, nonché in alcuni ambiti dello sport, svolge numerose consulenze per aziende, enti pubblici e privati, associazioni di categoria.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: