Agile ex Eutelia da M5S per la XVII legislatura

euteliaVenerdì 15 marzo giornata importante per il M5S come per i cassintegrati Agile ex Eutelia e non solo, tutti di corsa verso piazza di Montecitorio. Dopo giorni di incertezze e di possibili scenari, si è riunita la Camera dei Deputati e, cercando di evitare lo stallo, è iniziata la XVII legislatura. C’è stata attesa e aspettativa e gli inviati di “Senzabarcode” erano li tra la gente, in piazza Montecitorio, pronti a cogliere le aspettative ed i pensieri della gente. Le speranze soprattutto. Perché i cittadini sperano, si augurano che il nuovo Governo si decida a risolvere il problema più urgente, vale a dire la dilagante disoccupazione che sta portando l’Italia alla deriva. Con questo appello hanno fatto da sfondo al palazzo di Montecitorio i rappresentanti dell’associazione politica e culturale Roma Futura ed i cassintegrati di Agile ex Eutalia che hanno organizzato un sit in non tanto per protestare, quanto per invitare il nuovo Governo, attraverso un appello che si è concretizzato in una lettera ai neo eletti del Movimento Cinque Stelle, affinché venga intrapreso un processo di mediazione che arresti il cronicizzarsi di una situazione, quella dei cassintegrati, che nel tempo hanno visto aprirsi ben 170 tavoli di crisi e hanno firmato accordi senza mai ottenere niente.

Volti pieni di speranza ed il desiderio di farsi ascoltare: è il caso della signora Paola Bartoccetti cassaintegrata di Ex Agile Eutelia. Un calvario che dura da 4 anni: le hanno tolto il lavoro nel 2009, la cassa integrazione finirà a Giugno, e, come tanti nella sua stessa condizione, non ha alcuna prospettiva di un futuro, ne di lavoro. Paola Bartoccetti chiede ai Grillini di prendersi la responsabilità di attuare il Governo ed i punti che si sono prefissati e scongiura nuove elezioni politiche che significherebbero il “baratro” per l’Italia.

Incontriamo anche un esodato di Poste Italiane, uno di quei 1600 lavoratori che vivono da tempo in un limbo: “Siamo qui per dare il benvenuto ai nuovi Parlamentari manifestando il nostro disagio per una situazione che non è ancora stata risolta”. Spera che i Grillini si diano da fare insieme agli altri partiti per la risoluzione di un problema creato dalla precedente legislazione”. Cosa pensa a proposito della riforma del lavoro del ministro Fornero a questo punto è chiaro: “il ministro ha bloccato le pensioni, ha creato il problema esodati, non ha creato nuovi posti di lavoro… Se questi sono i governi tecnici! Una politica devastante con due decreti da macelleria sociale”.

“Macelleria sociale” termine trito, sentito e risentito, ma forse in questo caso usato con maggior cognizione di causa da chi vive realmente un calvario iniziato nel Dicembre 2011 con il decreto Monti – Fornero.

Cosa ne pensi?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: