Cronaca

Più libri più liberi: Roma accoglie la Piccola e Media Editoria

La capitale si anima con l’avvio di “Più libri più liberi”, l’attesa fiera nazionale dedicata alla Piccola e Media Editoria.

Più libri più liberi, promosso e organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE), si svolge anche quest’anno presso il Roma Convention Center La Nuvola, un luogo simbolo dell’innovazione e della cultura contemporanea, dal 6 al 10 dicembre 2023.

Già dalla prima giornata, l’evento ha registrato un’entusiasmante affluenza, con oltre settemila studenti provenienti da tutta Italia, a dimostrazione dell’importanza crescente che la lettura e l’editoria hanno tra i giovani. La cerimonia di inaugurazione, tenutasi nello Spazio Rai alle ore 12.00, ha visto la partecipazione di illustri personalità del mondo culturale e politico.

Il Presidente della Commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Federico Mollicone, ha sottolineato il valore unico di “Più libri più liberi“, descrivendolo come un “bosco sacro” della cultura, dove convivono le grandi querce delle edizioni storiche e il sottobosco multicolore dei piccoli editori e degli autori emergenti. Il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha ribadito l’importanza dell’evento per la città e per la diffusione della cultura del libro, menzionando anche l’impegno di Roma Capitale attraverso le Biblioteche di Roma.

Simona Baldassarre, Assessore alla Cultura della Regione Lazio, ha evidenziato il doppio ruolo dei libri come veicoli di cultura e come industria, fondamentali per la costruzione di una società consapevole e per un’economia basata sulla conoscenza. Paola Passarelli, Direttrice generale Biblioteche e diritto d’autore, ha messo in luce la crescita della fiera in termini di progetti culturali, sottolineando il ruolo della piccola e media editoria nell’adattarsi alle esigenze del mercato e dei lettori.

Maurizio Forte, Direttore Centrale per i Settori dell’Export di ICE, ha ricordato il sostegno ventennale dell’agenzia all’evento, con un focus particolare sull’importante presenza di operatori esteri e sulla proiezione internazionale della fiera. Angela Maria Cossellu, Amministratore Delegato EUR spa, ha evidenziato il successo della Nuvola come luogo ideale per grandi eventi culturali.

Il Presidente dell’AIE Innocenzo Cipolletta ha dedicato questa edizione della fiera a Giulia Cecchettin, sottolineando il potere dei libri di ridurre violenza e conflitti. Annamaria Malato, Presidente di Più libri più liberi, ha messo in risalto il ricco calendario dell’evento, con oltre 600 incontri che spaziano su vari temi di attualità.

Il programma di “Più libri più liberi

include incontri dedicati ai bambini, dibattiti su temi di attualità, presentazioni di libri, e molto altro. Tra gli appuntamenti di spicco, si segnalano incontri su temi come l’importanza delle biblioteche, la libertà di espressione nella cultura italiana, e il ruolo dell’editoria nell’era post-Covid.

“Più libri più liberi” è un evento che non solo celebra la cultura del libro, ma rappresenta anche un importante momento di riflessione sul ruolo dell’editoria e della lettura nella società contemporanea. Per maggiori informazioni e per consultare il programma completo, visitare il sito www.plpl.it e seguire l’hashtag ufficiale #piulibri23 sui principali social network.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

error: Condividi, non copiare!