Luigi Puccio a Casa Sanremo writers

Industry 4.0 è il libro pubblicato da Luigi Puccio. Il tempo, e lo slancio, per scriverlo arrivano durante la pandemia.

Da giurista, specializzato in innovazione, tecnologia e digitalizzazione non si aspettava di diventare scrittore, ma SBS Comunicazione lo ha trovato, Casa Sanremo lo ha selezionato e adesso che finalmente è stato scoperto sta per pubblicare, per SBS Edizioni, anche il seguito. Ma andiamo con ordine e scopriamo insieme all’autore Industry 4.0. Innovazione, creazione e cambiamento nel mondo del lavoro.

Quelli bravi sanno che cominciare una frase con una negazione è sbagliato, ma noi cominciamo con questa domanda: non è un saggio, non è un manuale. Industry 4.0 Che cos’è? Parlaci del libro.

Volevo comunicare al mondo un messaggio, una voglia di cambiamento da far conoscere alle persone dandogli strumenti concreti. Ci sono voluti 3 mesi (facevo solo quello), arrivavo da 5 anni (pieni) di studi, corsi, aggiornamenti, esami e ricerche. Tenta di dare delle risposte al cambiamento in atto visto che stiamo attraversando un periodo storico che è contraddistinto da una grande quantità di cambiamenti che avvengono in tempi molto brevi, due bambini su tre fra quelli che ora iniziano la scuola primaria, faranno in futuro un lavoro che oggi non esiste.

Industry 4.0, la quarta rivoluzione industriale, il cambio dei paradigmi. Sta a noi renderla evolutiva o involutiva.

Il nostro cervello fa parte di un sempre più vasto ecosistema digitale. La tecnologia quindi non è di per sé né il problema né la soluzione. La questione cruciale è il suo rapporto con l’uomo, la capacità di comprenderne i limiti e le potenzialità dell’innovazione. Utilizzare al meglio le tecnologie, evitando di essere utilizzati da essa.

“ … industria 4.0 non significa adottare questa o quella tecnologia, ma saper integrare le varie tecnologie, con un approccio che consentirà di fare interagire il mondo digitale con quello umano, sia all’interno della fabbrica sia fuori di essa”.

Ecco un estratto del tuo libro, così per continuare con la tradizione delle negazioni! In qualche modo, forse, questa parte anticipa già il contenuto di Human 4.0 che uscirà a breve per SBS Edizioni, ma ti sarebbe possibile spiegarci meglio questo concetto?

Human 4.0 la tecnologia per Servizio, dal basso verso l’alto; sarà la chiusura del cerchio di Industry 4.0, sarà un saggio, una “visione”, incentrata sull’essere umano, oggi più che mai va riportato al centro di tutto, far riscoprire la propria essenza, analizzando e scoprendo temi “caldi” e attuali come l’economia, l’ambiente, la scuola, il pianeta terra, tentando di togliere il velo ad un certo tipo di pensiero che spinge l’essere umano all’individualismo, anziché alla cooperazione e collaborazione.   

Come già detto, non ti aspettavi di diventare uno scrittore, presentazioni, intervista e addirittura la selezione per la vetrina di febbraio. Come applichi le tue conoscenze anche nell’attività di scrittore?

Tramite le presentazioni e le interviste ho applicato molto le mie conoscenze, tramite i dibattiti, anche accesi a volte, sono stati motivo di rafforzare le mie conoscenze. Gli esempi concreti sono i corsi di formazione, la creazione di associazioni e attività digitali che hanno il compito di esporre in pillole i contenuti per poi tradursi in vere e proprie consulenze.

Tramite la trasformazione di studi legali e commerciali, digitalizzandoli e renderli apprezzati sul mercato e al passo con i tempi. Tramite il mio blog, erogando contenuti in pillole, divulgandole e condividendole sui social e chi sarà pronto risponderà.

Tre parole chiave per descrivere Casa Sanremo writers, per te!

Ambizione, Sorpresa, Emozione.

Luigi Puccio, a Casa Sanremo writers il 10 febbraio. L’Agenzia di promozione è SBS Comunicazione.

Per acquistare il libroPer conoscere meglio Luigi.

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: