Domus Grano – event e food a Fiumicino

Domus Grano – event e food un momento di aggregazione in cui poter vivere un’esperienza di emozioni fatta di musica, attività artistiche ed eventi.

Un progetto articolato e di rivalutazione di un ex locale storico del comune di Fiumicino che, nel corso degli anni, ha fatto parlare tutta Italia e non solo: l’EX Ristoaereo, una location unica che ha come protagonista principale un Convair del 1957 presidenziale utilizzato dai Presidenti Gronchi, Saragat e Segni. Domus Grano si sviluppa proprio intorno a questo storico aereo, completamente ristrutturato e riportato all’originaria bellezza unita a tecnologia attuale e design moderno con l’uso ed il riuso di ferro, legno e luci avvolgenti in stile industrial, che renderanno la vostra permanenza nel locale un’esperienza unica.

L’offerta di intrattenimento di Domus Grano è strutturata su un concept diviso in tre blocchi principali, l’aperitivo dalle 17:30 alle 20:00, la cena dalle 20:00 alle 22:00 e il dopo cena dalle 22:00 in poi. Tutto ruoterà attorno alle proposte culinarie che saranno incentrate sulla pizza, i grandi primi della cucina romana, le polpette e gli hamburger, con la scelta di ingredienti di altissima qualità ricercati nelle aziende del territorio e nella produzione a KM 0, “…Perché – come ci dicono Ilaria Reggio, amministratrice, e Silvia Pallotta, collaboratrice eventi, – crediamo molto nello sviluppo e nella collaborazione tra realtà locali e per valorizzare e diffondere tutto ciò che ha da offrire il nostro territorio”.

Perché la pizza? 

La pizza è da sempre sinonimo di cultura italiana, il piatto che rende tutti felici, l’alimento che fa venire il sorriso a chiunque, da sempre simbolo di condivisione  e convivialità. L’utilizzo di farine di alta qualità e di un processo di lunga lievitazione, che ne aumenta la digeribilità, fa si che un prodotto popolare diventi un prodotto ricercato abbinando sapientemente tutti gli ingredienti dosati con cura e che si sposano alla perfezione.

Perché puntare al dopocena

E cosa può unirsi ad un buon piatto e ad un buon bere se non anche uno spettacolo live? Una scelta ben precisa voluta e creata dalla proprietà di  Domus Grano –event e food, quella di creare un luogo dove il divertimento potesse prendere forma riportando live cantanti e band, per godere finalmente della musica suonata dal vivo, che è mancata fortemente negli ultimi due anni. Un’esperienza in cui bere un drink, mangiare e ascoltare della buona musica saranno un connubio di buon gusto. Inoltre il calendario eventi sarà ricco di proposte differenti come serate open mic, cabaret ed eventi a tema.

Molto curata la parte dedicata ai drink e ai cocktail creati e realizzati da bartender professionisti che si alterneranno dietro al bancone, spazio centrale rispetto alla parete principale del locale, e spazio centrale delle serate di Domus Grano.

Non potranno mancare le serate con i dj resident, che si alterneranno alla console, per accompagnare aperitivo e dopocena con selezioni musicali internazionali con sonorità ricercate in linea con i grandi club europei

“Da frequentatori di locali da anni – raccontano Ilaria Reggio e Silvia Pallotta – ci siamo accorti che in questo territorio mancava qualcosa, o meglio c’era tutto ma con offerte tutte molto simili tra loro. Nasce così l’idea di riportare in vita un locale storico come questo e dargli una nuova veste che possa accontentare tutti. Il nostro desiderio è quello di fare di Domus Grano un modello dove la cultura culinaria si mescoli alla cultura musicale e agli eventi che verranno inseriti in calendario per creare un momento di food art experience unico nel suo genere. Questo è il nostro obiettivo e il nostro focus. Oggi Domus Grano è realtà e vi aspettiamo all’apertura il 9 settembre 2022 dalle 18:00 in poi.”

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: