Intervista alla cantautrice toscana Alaska

“Andiamo piano” (Roba da Matti Dischi/Artist First) è il titolo del singolo d’esordio di Alaska, progetto di Giada Ferraris, cantautrice toscana.

Il brano di Alaska, nato in una sera qualsiasi, racconta la storia di una ragazza che dopo aver sofferto per amore non se la sente di ributtarsi in una nuova storia, fino a capire che vale sempre la pena rischiare se dall’altra parte troviamo qualcuno pronto a renderci felici. 

Sei toscana… che aria si respira dalle tue parti e che idea ti sei fatta della scena musicale presente?
La Toscana è una regione tranquilla, si respira serenità e pace, adatta a scrivere canzoni. Però purtroppo la scena musicale soprattutto di noi emergenti non è molto ricca, anzi, non ci sono tanti artisti bravi e un po’ più conosciuti. Possiamo trovare soltanto qualcuno a Siena, Livorno e poi verso Firenze. 

Scrivi e componi tu la tua musica? Hai qualche riferimento musicale in particolare?
Almeno che non scriva con altri autori mi scrivo i testi da sola e compongo anche la musica, di solito creo un’idea e poi pian piano la sviluppo anche con altri musicisti con cui collaboro. 

Il tuo primo singolo è uscito qualche settimana fa, Andiamo Piano (Roba da batti Dischi). Ce ne parli?
“Andiamo piano” è un punto fermo nel mio percorso artistico, e racconta una storia che può succedere a chiunque e che cerca di dire alle persone di poter credere nelle seconde possibilità. 

C’è speranza di avere presto un disco?
Al momento non ho un disco nei miei prossimi progetti, ma spero di farlo comunque abbastanza presto. Adesso sto lavorando a dei nuovi progetti e al mio prossimo singolo. 

Per raggiungere i propri sogni il talento, seppur naturale, puro e indiscutibile, spesso non basta. Si ha bisogno di umiltà, autocritica, consapevolezza. Ecco, quali sono – secondo te – i tuoi punti di forza? E se dovessi darti un consiglio, invece, su cosa ti sproneresti a lavorare?
I miei punti di forza credo siano il canto e una ricca e variegata scrittura, però allo stesso tempo mi spronerei a migliorare su questi stessi due punti, perché sono due cose fondamentali per me. Poi credo, di essere una persona molto disponibile per gli altri, e cerco di dare il massimo in generale nella mia vita. Non solo musicale ma anche quella privata. 

Ci ricordi i tuoi social?
Mi potete trovare su tik tok e su Instagram sotto il nome di @alask_aofficial ! 

“Andiamo piano” (Roba da Matti Dischi/Artist First) è il titolo del singolo d’esordio di ALASKA, progetto di Giada Ferraris, cantautrice toscana. Il brano, nato in una sera qualsiasi, racconta la storia di una ragazza che dopo aver sofferto per amore non se la sente di ributtarsi in una nuova storia, fino a capire che vale sempre la pena rischiare se dall’altra parte troviamo qualcuno pronto a renderci felici. 

Sei toscana…che aria si respira dalle tue parti e che idea ti sei fatta della scena musicale presente?
La Toscana è una regione tranquilla, si respira serenità e pace, adatta a scrivere canzoni. Però purtroppo la scena musicale soprattutto di noi emergenti non è molto ricca, anzi, non ci sono tanti artisti bravi e un po’ più conosciuti. Possiamo trovare soltanto qualcuno a Siena, Livorno e poi verso Firenze. 

Scrivi e componi tu la tua musica? Hai qualche riferimento musicale in particolare?
Almeno che non scriva con altri autori mi scrivo i testi da sola e compongo anche la musica, di solito creo un’idea e poi pian piano la sviluppo anche con altri musicisti con cui collaboro. 

Il tuo primo singolo è uscito qualche settimana fa, Andiamo Piano (Roba da batti Dischi). Ce ne parli?
“Andiamo piano” è un punto fermo nel mio percorso artistico, e racconta una storia che può succedere a chiunque e che cerca di dire alle persone di poter credere nelle seconde possibilità. 

C’è speranza di avere presto un disco?
Al momento non ho un disco nei miei prossimi progetti, ma spero di farlo comunque abbastanza presto. Adesso sto lavorando a dei nuovi progetti e al mio prossimo singolo. 

Per raggiungere i propri sogni il talento, seppur naturale, puro e indiscutibile, spesso non basta. Si ha bisogno di umiltà, autocritica, consapevolezza. Ecco, quali sono – secondo te – i tuoi punti di forza? E se dovessi darti un consiglio, invece, su cosa ti sproneresti a lavorare?
I miei punti di forza credo siano il canto e una ricca e variegata scrittura, però allo stesso tempo mi spronerei a migliorare su questi stessi due punti, perché sono due cose fondamentali per me. Poi credo, di essere una persona molto disponibile per gli altri, e cerco di dare il massimo in generale nella mia vita. Non solo musicale ma anche quella privata. 

Ci ricordi i tuoi social?
Mi potete trovare su tik tok e su Instagram sotto il nome di @alask_aofficial ! 

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: