Roma

Controlli anti-Covid chiusa piazza Trilussa

Dal Centro Storico al litorale romano controlli della Polizia Locale: chiusa temporaneamente piazza Trilussa e denunciato un gestore di minimarket sorpreso a vendere alcolici ai minori.

Blitz degli agenti in un parco divertimenti, in corso una festa abusiva con 300 partecipanti. Prosegue l’attività di vigilanza da parte della Polizia Locale di Roma Capitale per contrastare fenomeni irregolari e per verificare il rispetto delle misure anti-Covid. Particolare attenzione ai luoghi della movida e  alla vendita e somministrazione irregolare di alcolici: oltre 50 gli esercizi controllati dai caschi bianchi in questo fine settimana. A Trastevere gli agenti hanno chiuso un minimarket per reiterazione dell’illecito relativo alla vendita di bevande alcoliche oltre l’orario consentito e il gestore, sorpreso a fornire alcolici a dei ragazzi minori di 16 anni, è stato denunciato.

In alcune località, come a piazza Trilussa, venerdì sera si è resa necessaria una chiusura temporanea dell’area per contrastare la formazione di assembramenti pericolosi

Le verifiche hanno riguardato anche altre zone, come il Rione Monti, Pigneto, Eur, Ponte Milvio, le principali piazza del Centro Storico e il litorale di Ostia, dove il personale del X Gruppo “Mare”, ha eseguito accertamenti negli stabilimenti e presso i locali pubblici di zona, rilevando, in alcuni casi, irregolarità per l’inosservanza delle linee guida sulla tutela della salute pubblica e altri illeciti di natura amministrativa.

È del IX Gruppo “Eur” invece l’intervento  in un parco divertimenti, dove si stava svolgendo una festa, con intrattenimento musicale e danzante, senza regolare autorizzazione. Circa 300 le persone presenti. Oltre alla denuncia, il responsabile è stato sanzionato per violazione delle disposizioni anti-contagio. 

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!