Soluzioni per case a risparmio energetico

Dagli elettrodomestici alle finestre: le soluzioni migliori per una casa a risparmio energetico.

L’edilizia econostenibile è una tendenza inevitabile se si considera che per salvare il pianeta bisogna assolutamente continuare a ridurre le emissioni inquinanti. Se l’intero sistema produttivo è in continua evoluzione alla ricerca di soluzioni a impatto zero, anche la costruzione di nuovi edifici affronta cambiamenti epocali per rinunciare a prodotti o processi dannosi per l’ambiente.

Questo orientamento si manifesta praticamente con la realizzazione di case a risparmio energetico, sempre più diffuse grazie alla cresciuta sensibilità degli italiani verso il tema della sostenibilità e agli incentivi statali, come il Superbonus 110%, che rendono più conveniente le soluzioni ecosostenibili.

 
La strada è tracciata, ma non semplice da percorrere

perchè è difficile adattare sistemi tecnologicamente avanzati alle disponibilità del singolo e alle necessità delle diverse abitazioni. Il parco edilizio italiano, secondo l’Eurostat, sebbene non sia il più antico d’Europa, ha un situazione molto variegata, con una disparità evidente tra Nord e Sud e tra grandi e piccole città. Molto è stato costruito tra gli anni ’60 e gli ’80, ma ad abbassare l’età media degli edifici, soprattutto nel Nord del paese, è il loro valore storico.

Questo crea delle difficoltà per la ristrutturazione e soprattutto per l’efficientamento energetico, che dovrà necessariamente rispettare i parametri di tutela del valore artistico. Nella città di Roma ad esempio ci sono oltre 400 mila edifici realizzati nel decennio 1960-1970 e sono proprio quelle le strutture che devono svecchiarsi per consentire alla capitale di competere come città smart e sostenibile.

Una casa a risparmio energetico passa anche tuttavia attraverso un arredamento green e la scelta di  finestre che aiutano a ridurre i consumi. Vediamo come scegliere le soluzioni migliori.


Elettrodomestici Green

Chi usufruisce del Bonus 110% può anche acquistare elettrodomestici di classe A+ o A per i forni con uno sconto del 50%. Un’occasione per sostituire vecchi frigoriferi, lavatrici e condizionatori, che sono gli elettrodomestici che consumano di più e che, se sono obsoleti, incidono molto anche sulle emissioni per lo smaltimento. Il risparmio in termini energetici si può verificare leggendo l’etichetta energetica, che indica i consumi annui o per ciclo di lavaggio. In alcuni casi, passare dalla classe D alla classe A significa risparmiare oltre il 60% dei consumi.

Ad un dispositivo di classe energetica efficiente va tuttavia associato un utilizzo corretto per evitare sprechi. In questo modo si limita il proprio impatto ambientale grazie alle buone pratiche. A facilitare il corretto utilizzo degli elettrodomestici e ad evitare gli sprechi intervengono anche le applicazioni mobile, che consentono da remoto il controllo di impianti ed elettrodomestici. Si può quindi programmare l’accensione e lo spegnimento, controllare le temperature e assicurarsi che tutto funzioni in maniera ottimale.

Finestre a risparmio energetico

Per la scelta delle finestre a risparmio energetico è importante valutare tutte le tipologie disponibili sul mercato, le caratteristiche e i prezzi di ogni diversa soluzione. Rivolgersi un negozio di tutti i tipi di infissi a Roma può essere utile dunque per avere sott’occhio tutte le opzioni possibili, i differenti materiali, e valutare così il modello perfetto per la propria dimora. Per ridurre i consumi bisogna puntare su materiali isolanti, che evitano le dispersioni d’aria. Il PVC è tra i più utilizzati, sia per il rapporto qualtià/prezzo sia per le capacità termiche.

Si tratta inoltre un materiale plastico naturale, facilmente riciclabile, che oltre a ridurre i consumi, abbassa anche l’impatto ambientale. Il legno invece è un materiale adatto a edifici con un particolare stile o che devono rispettare degli ordinamenti comunali per il decoro pubblico. È infatti un materiale perfetto per edifici storici ed ha la caratteristica di essere molto elegante, anche se è meno resistente del PVC o dell’alluminio.

Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: