Affitti: a chi le agevolazioni?

Non tutti potranno beneficiare delle agevolazioni Covid per gli affitti. L’avvocato Barbara Puschiasis per Consumerismo ci aiuta a fare chiarezza.

La drastica riduzione di entrate da parte di cittadini e attività produttive in conseguenza alle restrizioni adottate per contrastare l’emergenza pandemica da Coronavirus stanno mettendo in ginocchio diverse realtà. Molteplici sono le misure ideate a livello nazionale, regionale e comunale per poter venire incontro alle situazioni di maggiore fragilità.

Una fra tutte è la misura volta a riconoscere un bonus del 60% a attività economiche e professionisti (e quindi non per contratti di locazione ad uso abitativo) che hanno visto la loro attività limitata o interdetta dai decreti emergenziali che hanno visto la luce da marzo in poi

Per accedere al beneficio gli affittuari devono aver pagato regolarmente i canoni di affitto per i quali si chiede il riconoscimento del bonus, devono aver dimostrato di aver subito un calo di fatturato o dei corrispettivi di almeno il 50% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente per il quale si chiede il beneficio e devono aver avuto nell’anno 2019 ricavi o compensi non superiori ai 5 milioni di euro.

Tale beneficio, che si traduce in un credito d’imposta o utilizzabile direttamente dal beneficiario o cedibile al locatore (a fronte dello sconto sul canone) oppure a banche o intermediari finanziari, può essere goduto per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020 nonché per quelli di ottobre, novembre e dicembre 2020. Per le strutture turistiche invece il beneficio è comunque riconosciuto a prescindere dal limite di fatturato di 5 milioni di euro riferito all’anno 2019.

Inoltre è previsto un credito d’imposta pari al 30% (maggiorato al 50% per le strutture turistiche) in caso di affitto d’azienda o contratti complessi di servizio

Ulteriori misure possono essere previste da regione a regione e quindi si consiglia sempre di informarsi anche a livello locale. Anche la seconda rata Imu è stata eliminata per le attività interessate dal lockdown e per quanto riguarda la Tari molti comuni hanno previsto delle riduzioni ed altri delle proroghe nei pagamenti.

Avv. Barbara Puschiasis
Responsabile Consumer Protection per Consumerismo

Foto di Jens Neumann da Pixabay

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: