Lazio di mascherine e milioni spariti

Ancora non pervenuti i 13 milioni già versati per le mascherine mai consegnate. “Abbiamo mandato la prima linea di questa guerra a combattere a mani nude, e bocca scoperta”. Intervista a Chiara Colosimo

Siamo all’inizio della fase 2. Tutta Italia è in profonda crisi per l’assoluta mancanza di mascherine e sono introvabili. Giuseppe Conte, il Presidente del Consiglio, ha fissato il prezzo a 0,50 centesimi e nel Lazio è stato fatto un ordine alla Eco.Tech srl per 36 milioni di euro. Le mascherine non arrivano. Il 25 aprile, dopo un balletto tra revoca e rinnovo, viene recesso il contratto di fornitura. A oggi mancano alle casse regionali 13 milioni di euro. Chiara Colosimo, consigliere regionale di Fratelli d’Italia ci aiuta a riavvolgere il nastro e ricostruire la vicenda che pare fantasiosa. Di certo non è una fake news come inizialmente indicata.

Eco.Tech srl non si occupa di dispositivi di protezione individuale

La piccola azienda di Frascati riceve una commessa da quasi 36 milioni di euro tra il 16 e il 20 aprile. La società che si occupa di illuminazione si sarebbe avvalsa a sua volta della Exor Sa un’azienda svizzera. In ogni caso, come spiegherà bene la Colosimo nell’intervista che trovate a fondo pagina e disponibile dalle ore 13 del 7 agosto, nonostante una assicurazione (rivelatasi poi cartastraccia) le mascherine non solo non vengono fornite dalla Eco, ma non ha ancora restituito 13 dei 14 milioni già versati.

La consigliera FdI che inizialmente è stata pure accusata di aver inventato una bufala politica, non ha intenzione di mollare la presa su questa vicenda delle mascherine. Nel question time del 8 luglio scorso chiede ancora dove sono finiti i soldi usciti dalle casse della Regione, ma ancora il Presidente è assente e le sue domande non trovano vera soddisfazione.

Perché appaltare un ordine simile a un’azienda che ha solo 10 milioni come capitale sociale? A chi erano destinate le mascherine? Per quanto risulti agghiacciante la fornitura era di circa 9,5 milioni di mascherine FFP2, FFP3 e chirurgiche, destinate al nostro personale sanitario.

“Noi abbiamo mandato la prima linea di questa guerra non a mani nude, ma a mani nude, a bocca scoperta, senza calzari … Senza niente. Mandati al macello e dobbiamo soltanto ringraziare Dio che qui non ci sono stati tutti i numeri che ci sono stati in altre regioni, perché altrimenti non so che cosa avremmo raccontato”.

Così la Colosimo che racconta le difficoltà di quei giorni quando riceveva centinaia di chiamate da medici e personale sanitario che imploravano i dispositivi di protezione. Pochi giorni fa la regione Lazio ha diramato un video dal titolo #MaskLazio, lo trovate a questa pagina. Le reazioni non sono certo mancate e la Colosimo ha risposto con il suo #PackLazio a questo link.

“… Io vorrei anche svestire i panni della cattiva e dare un consiglio al presidente Zingaretti, ma cambiasse comunicatore! Ma chi è il genio che consiglia al presidente del mascherina gate di fare una campagna sulle mascherine? Lui ha il favore dei media, aveva sicuramente un ottimo rapporto con Palamara perché se ne andavano sempre a prendere il caffè insieme…I siti d’informazione come il tuo – SenzaBarcode.it – e i social ci hanno aiutato quando i media stavano zitti. Sotto i post di Zingaretti tutti gli chiedono delle mascherine. Perché per quanto uno possa facitare la grande stampa amica di un certo Partito Democratico ci sono anche dei liberi pensatori e dei liberi media e quindi qualcuno di questa storia ne parla…”.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Un giorno ha pensato che SenzaBarcode era il nome giusto per definirsi, poi ha fondato il sito. Qualche tempo dopo voleva una voce, e ha fondato la WebRadio. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: