PL: Controlli movida e alcol ai minori

Verifiche nei locali della movida: nel mirino dei controlli la somministrazione illegale di alcol ai minori.

Circa 4.000 i controlli eseguiti dalla Polizia Locale di Roma Capitale nelle serate di questo weekend. Verifiche mirate hanno riguardato la vendita illegale di alcol ai minori, oltre il contrasto alle condotte irregolari alla guida.

Gli accertamenti hanno interessato in particolare il quartiere di San Lorenzo, dove gli agenti hanno verificato i locali della zona, anche a seguito di esposti ricevuti per vendita di alcol a minori. Sotto i riflettori due attività, sanzionate per diverse irregolarità riscontrate. Si tratta di un minimarket, a cui è stata anche sequestrata una bilancia non a norma, e una galleria d’arte che somministrava alcol ai minori. In totale sono state erogate più di 20mila euro di sanzioni e nei confronti della galleria d’arte si è provveduto ad inviare segnalazione alle Autorità competenti per le relative procedure di chiusura dell’attività.

Ulteriori controlli sono stati effettuati nei diversi quartieri della movida:

Trastevere, Testaccio, via Ostiense, Colosseo, Piazza Bologna, Piazzale delle Province, quartiere Pigneto, e diverse aree del Centro Storico. In particolare a Campo de’ Fiori gli Agenti, unitamente a personale dell’Arma dei Carabinieri, hanno svolto mirate verifiche presso i locali pubblici. Oltre una decina gli illeciti amministrativi rilevati e 17 le contestazioni per mancato rispetto delle norme anti-alcool. Presidiate anche le zone della stazione Termini, Ostiense e Tiburtina.

Effettuata altresì una specifica attività di vigilanza sulle strade capitoline per contrastare i comportamenti pericolosi alla guida, con ben 200 conducenti sanzionati per aver superato i limiti di velocità.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: