Fridays for Future: oltre 100mila a Roma

Millennial e Generazione Z sono i grandi protagonisti del movimento Fridays For Future, lo sciopero sul clima che sta riempiendo le piazze di tutta Europa

Tra le quali sono spiccate anche quelle di Roma. Per il corteo tenutosi il 27 settembre in Piazza della Repubblica infatti si sono presentati otre 100 mila ragazzi, protestando seguendo l’esempio di Greta Thunberg con motti ripetuti a gran voce e striscioni colorati.

La sensibilizzazione sul tema parte quindi dalle nuove generazioni che si stanno impegnando sempre più attivamente per rendere consapevole il mondo dell’imminente emergenza climatica.

Oltre 100 mila alla manifestazione per il clima

Non sono solo i ragazzi ad aver partecipato, ma anche i bambini, accompagnati da mamme e papà e insegnanti. Tutti insieme, quindi, hanno scioperato per poter lanciare un messaggio forte e chiaro: il clima sta cambiando ed è tempo di agire.

Il corteo è partito da via Cavour, per poi raggiungere piazza Madonna di Loreto, creando non pochi problemi al traffico stradale nella Capitale per via della chiusura di intere zone destinate alla manifestazione. Proprio per questo, oltre 60 agenti della Polizia Locale sono intervenuti per aiutare la viabilità. I numeri quindi parlano chiaro: si tratta di un movimento di massa, tanto che sono circa 20 le scuole capitoline che segneranno le assenze degli studenti, conteggiate al termine dell’anno scolastico così da responsabilizzare maggiormente i ragazzi.

Difendere l’ambiente partendo dalle proprie abitudini

Oltre a manifestare per sensibilizzare le istituzioni sul tema, è importante ricordare che il primo passo per cambiare le cose va sicuramente fatto nel nostro piccolo. Sono molte infatti le abitudini quotidiane che ognuno di noi può modificare per poter avere uno stile di vita più green e fare bene all’ambiente: eccone qualche esempio.

Iniziare a riciclare

Per iniziare, riciclare è fondamentale, in quanto fra tutti è l’atto quotidiano che più può impattare sull’ambiente. La maggior parte delle città hanno ormai integrato un sistema di riciclaggio che prevede cassonetti della spazzatura diversi in base alla tipologia di materiale.

Attenzione alle offerte di energia

Se non ci è possibile installare fonti di energia rinnovabile, una scelta alternativa è quella di passare a offerte di energia elettrica proveniente da fonti green, come proposto dai nuovi fornitori del mercato libero, così da avere un impatto molto più basso sull’ambiente partendo direttamente dalla propria abitazione.

Non sprecare l’acqua

Quante volte lasciamo l’acqua aperta mentre laviamo i denti o insaponiamo i capelli? Sono moltissimi i piccoli accorgimenti che si possono prendere quando si tratta di spreco dell’acqua. Senza contare che grazie alla tecnologia ora è possibile anche purificarla e riutilizzarla.

Eliminare le bottigliette di plastica

Ormai si vedono sempre più spesso borracce in alluminio in ufficio, in università o addirittura fra i banchi delle scuole di secondo grado. Le bottiglie di plastica sono infatti tra i maggiori fattori inquinanti che rovinano i nostri mari e riempiono le nostre discariche. Questo perché, essendo difficilmente riciclabili, la maggior parte di esse finisce nei nostri oceani una volta gettata nell’immondizia.

Attenzione ai mezzi di trasporto

Se ci si deve spostare in città, sarebbe sempre meglio preferire l’autobus o la metro alla macchina, ma una valida soluzione alternativa possono anche essere le soluzioni di car sharing. Per quanto riguarda viaggi lunghi e vacanze, il metodo più sostenibile di viaggiare è sicuramente quello di riscoprire il treno, decisamente più sostenibile rispetto ad aerei e crociere. Se le tratte da percorrere invece sono brevi, si può pensare di andare in bicicletta o addirittura a piedi.

Utilizzare una shopper

Spesso e volentieri, presi da un pensiero e l’altro, andiamo a fare la spesa senza portarci nulla. Avere una shopper sempre a portata di mano all’interno della borsa è invece la soluzione ideale per non farsi cogliere impreparati e non sprecare la plastica dei sacchetti del supermercato.

Questi sono solo alcuni degli accorgimenti che possiamo prendere per modificare le nostre abitudini quotidiane, iniziando quindi ad avere uno stile di vita più green e più in armonia con il mondo e la natura che ci circondano.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: