Disabilità oggi, nella prima puntata: cos’è l’Autismo

A “Disabilità oggi”, in esclusiva per la web radio di SenzaBarcode questa settimana parliamo di autismo. Cos’è. Come si manifesta, come riconoscerlo.

Una piccola guida per genitori, parenti, amici, compagni di scuola e addetti ai lavori. Riconoscere l’autismo vuol dire aiutare i ragazzi ad essere presi in carico dalle istituzioni e ricevere le giuste terapie. Nel dettaglio vi lascio la definizione di autismo che trovate online su Portale Autismo.

L’autismo, o meglio definito disturbi dello spettro autistico, è un disturbo del neuro sviluppo che coinvolge principalmente tre aree:
• linguaggio e comunicazione;
• interazione sociale;
• interessi ristretti e stereotipati.

A causa della vasta gamma di disturbi si parla di spettro poiché copre uno spettro variegato di sintomi abilita e livelli di disabilità.
L’autismo varia di gravità in base alla compromissione che limita l’autonomia nella vita quotidiana.

Per cui delle relazioni dei medici neuropsichiatri troverete la dicitura:

• basso funzionamento (limitata autonomia)
• medio funzionamento ( autonomia in alcuni ambiti)
• alto funzionamento ( buona autonomia)

Intervenendo tempestivamente nella vita di un ragazzo autistico è possibile migliorare la condizione di vita di quest’ultimo e aumentare le sue capacità di autonomie.

Come dice Lucio Moderato (neuropsichiatra Bosisio-Parini)

“L’ autismo è una condizione non una malattia, è come avere le gambe corte, i capelli rossi, gli occhi azzurri. E siccome non è una malattia non puoi guarirla”.

“La casa infestata che non c’era l’ albergo aperto”. Ma sicuramente si può migliorare.

Emanuela Fatilli

Vuoi partecipare alla web radio di SenzaBarcode?

Ascolta “Puntata zero per presentarci! Definizione di autismo” su Spreaker.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: