113 € di spesa al rientro

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze. Frutta, verdura e latticini saranno i prodotti a cui si destinerà la maggior parte del budget.

Si prevede che sabato 7 settembre sarà il giorno di maggiore affluenza ai supermercati. Insieme all’età aumenta il budget previsto: 140 euro per gli over 65. A fine agosto per molti italiani le vacanze estive sono ormai un ricordo lontano e tornano a casa, dove ad attenderli c’è l’immancabile frigorifero vuoto. Il rientro rende necessario riempirlo nuovamente, per riprendere a pieno ritmo con la routine quotidiana.

Tiendeo.it, compagnia leader nei servizi drive-to-store per il settore retail, ha svolto un sondaggio* al fine di conoscere la spesa prevista per il settore alimentare e i prodotti più ricercati di questo periodo.

Spesa post vacanze: quando e dove

Dai risultati di questa indagine si evince che i consumatori italiani prevedono un costo medio di 113 euro in prodotti alimentari per mettere a punto la propria dispensa al rientro dalle vacanze.

I luoghi prescelti per realizzare gli acquisti sono supermercati e opermercati, per la varietà dell’offerta di cui dispongono. Al tempo stesso, grazie ai dati ottenuti attraverso il Geotracking di Tiendeo** si può sapere quale sarà il giorno che registrerà una maggior affluenza di consumatori: è il 7 di settembre, e coinciderà con il ritorno di molte famiglie dalle vacanze. Dato importante da tenere presente se si vogliono evitare affollamenti nei corridoi e lunghe code in cassa.

Insieme all’età aumenta il budget previsto

Si osserva una chiara tendenza che divide per gruppi di età gli italiani: il budget investito aumenta con l’aumentare dell’età dei consumatori, fino a raggiungere a una media di 140 euro per la fascia d’età degli over 65. Dalle risposte date al questionario, si rivela da parte dei Millennials una tendenza al risparmio. La spesa per riempire il frigorifero prevista dagli italiani facenti parte della fascia d’età compresa tra i 25 e i 36 anni è di 75 euro: decisamente inferiore rispetto alla spesa media.

Questa cifra non deve necessariamente interpretarsi come segnale di ristrettezza economica, ma come una predisposizione al risparmio e un modo diverso di fare la spesa, più frequente e finalizzato a ridurre al minimo gli sprechi. Il mito del frigorifero pieno in molti casi viene sostituito da piccoli acquisti ripetuti all’interno della settimana.

Prodotti freschi e latticini, imprescindibili

Non c’è alcun dubbio, frutta e verdura saranno i prodotti in cui si investirà la maggior parte del budget destinato a riempire il frigorifero, così hanno dichiarato 8 utenti su 10. Seguono i latticini e la carne e il pesce.
In fondo alla classifica troviamo uova e insaccati tra i freschi, mentre tra i prodotti da dispensa non sorprende trovare la pasta: è facile che in ogni casa italiana non manchi mai un pacchetto, pronto ad accogliere i viaggiatori al rientro dalle vacanze.

*Sondaggio realizzato con oltre 500 utenti di Tiendeo.com tra il 31 luglio e il 15 agosto 2019 – **Analisi dei dati interni ottenuti attraverso Geotracking durante il 2018.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: