Rave Clandestino di Musica Classica, la seconda edizione

Dalle ore 17 del 30 aprile all’alba del 1° maggio, all’Auditorium Santa Croce di Roma, si terrà la II° edizione del Rave Clandestino di Musica Classica.

La musica classica, definita da molti la musica colta per eccellenza, diventa ribelle per una notte, quella tra il 30 aprile e il 1° maggio. Saranno dodici ore di musica classica acustica e biologica, con trenta concerti suonati dal vivo, con oltre cento professionisti. È questa l’estrema sintesi della II° edizione del Rave Clandestino di Musica Classica. Ci saranno orchestre, gruppi da camera, solisti e cantanti lirici di ogni età e nazionalità. Tutto nella cornice dell’Auditorium Santa Croce di Roma. Il Rave Clandestino di Musica Classica è creazione del Maestro Enrico Melozzi e dell’Orchestra Notturna Clandestina che ha fondato e dirige dal 2016. Ogni esibizione va in scena in luoghi non convenzionali, e sempre al tramonto. Lo scopo è quello di liberarsi dalle convenzioni dell’accademia e recuperare la musica come bene collettivo da divulgare.

Circa la metà della maratona sarà dedicata a Mozart

Dalla sinfonia numero 25 al finale del Don Giovanni, fino al sequel composto dallo stesso Melozzi, intitolato Don Giovanni all’inferno, presentato in anteprima mondiale. Tra i musicisti più attesi del Rave Clandestino di Musica Classica, c’è il virtuoso del violoncello Giovanni Sollima. Palermitano, classe 1982, è uno dei musicisti più apprezzati non solo in Italia, ma anche all’estero.

Presente anche Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia e Sauro Berti, clarinetto basso dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Una delle novità sarà la sonata della Sinfonia numero 40, a cui verranno aggiunti ottoni, timpani, mandolino e tamburi africani. “L’impresa è ardita. C’è lo stimolo ad invitare i musicisti ad organizzarsi al di fuori delle istituzioni deputate, nel tentativo di ampliare gli orizzonti di un sistema culturale tutto italiano. Che spesso non riesce a sostenere l’eccellenza e valorizzare le risorse ed i talenti natii.” Afferma il Maestro Melozzi.

Il Rave Clandestino di Musica Classica sarà un evento alla portata di tutti

Il prezzo d’ingresso è infatti di 20 euro, e nell’evento si legge che “se non hai tutti i soldi entri lo stesso”. Un atto d’amore per un genere spesso destinato solo a chi può permettersi una poltrona da 100 euro. L’evento anche quest’anno sarà trasmesso in diretta su Rai Radio 3. E’ online la chiamata pubblica a tutti gli artisti clandestini del mondo, affinchè si uniscano a dare vita a quello che sarà il secondo Rave Clandestino di Musica Classica. L’appuntamento è quindi per le ore 17 del 30 aprile, fino all’alba del 1° maggio, presso l’Auditorium Santa Croce, a Roma. Per informazioni è possibile consultare il sito ufficiale, oppure si può prenotare al 334/7354370 e nel sito dedicato.

Giuseppina Gazzella

Classe 1984, marchigiana di nascita, cittadina del mondo per natura. Scrive e canta con la consapevolezza, la voglia e la pretesa di fare meglio ogni giorno, e di crescere sempre, perché sentirsi arrivati equivale all’essere morti.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: