Tutti a scuola contro la povertà educativa

Tutti a scuola, a Formia l’appuntamento il ricordo delle vittime delle mafie per contrastare la povertà educativa.

Domani, giovedì 21 marzo dalle 14, nella sala Sicurezza del comune di Formia, viene presentato il progetto contro la povertà educativa Tutti a scuola“. Nella 24esima giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, csv Lazio, espone  il progetto selezionato da Con i bambini nell’ambito del Fondo finalizzato al contrasto della povertà educativa minorile.

Combattere la povertà educativa significa contrastare anche la povertà economica e le disuguaglianze. Fattori che a loro volta producono ed aggravano le povertà educative.

Sono stati invitati a partecipare la Regione Lazio e l’impresa sociale Con i bambini

Un pool formato da scuole, istituzioni locali, terzo settore, genitori e gli adolescenti stessi, che ha lo scopo di mettere in campo una serie di attività, laboratori iniziative incontri che si integrano tra loro in una strategia circolare. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016, è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

Intervengono:

  • Mariarosaria Scognamiglio, referente CSV Lazio – Il CSV Lazio, dalla coprogettazione alla realizzazione delle reti.
  • Marianna Capobianco, psicologa pisicoterapeuta Cooperativa Spazio Incontro – Le povertà educative.
  • Anna Buonaiuto, referente IPSEOA A. Celletti – La comunità educante e la rete degli enti partner.


Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: