Lavoro, “strage continua ma governo taglia sicurezza”

Dichiarazione di Stefano Fassina, deputato LeU: “rimettere quanto sottratto alla sicurezza sul lavoro”

Anche oggi un’altra vittima di lavoro, un altro operaio. Oggi a Genova. Arrivano le frasi di rito. Anche da chi è al governo. È indecente. Il Ministro del Lavoro Di Maio ha festeggiato, a dicembre scorso, la riduzione dei contributi INAIL.

Si è dimenticato di raccontare che, per compensare le mancate entrate, ha tagliato 200 milioni di euro l’anno alla formazione per la sicurezza sul lavoro e alle premialità per le imprese più attente alla sicurezza sul lavoro. Il Governo deve tacere di fronte alle morti e agli incidenti di lavoro. Prima di tornare alle parole di circostanza, deve almeno rimettere quanto ha sottratto alla sicurezza sul lavoro.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: