Alberi e verde a Roma, Montanari “grande impegno”

Alberi, Roma al lavoro per manutenere e rigenerare immenso patrimonio verde. Montanari, grande impegno sia nell’ordinario che in un nuovo modello operativo.

“Stiamo lavorando con grande impegno in tutti i Municipi di Roma, dal centro alla periferia, con particolare attenzione ai Municipi con maggiore consistenza di patrimonio arboreo, come il II Municipio, per monitorare lo stato di salute dei circa 350mila alberi della città e metterli in sicurezza. Purtroppo, in questo enorme patrimonio arboreo sono moltissimi gli esemplari molto vecchi, malati e danneggiati a causa di errata o mancata manutenzione. Inoltre, negli ultimi mesi, abbiamo riscontrato che tra gli alberi caduti molti hanno subìto danni alle radici nel corso di lavori stradali. Per evitare altri danni abbiamo redatto un regolamento del verde. Per la cura degli alberi abbiamo in atto gare e appalti per la manutenzione e la fornitura di nuove piante”, afferma l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale, Pinuccia Montanari.

Oltre agli interventi del Servizio Giardini, che Roma Capitale sta potenziando con nuove assunzioni, per tutto il 2018 saranno in essere due appalti

Il primo, da 3,5 milioni di euro, è finalizzato al monitoraggio dello stato di salute di 82mila alberi di prima grandezza, alti più di 30 metri. In caso di documentata necessità è previsto l’abbattimento immediato dell’esemplare interessato oppure interventi di potatura finalizzati a salvare l’albero garantendo la sicurezza. Gli eventuali abbattimenti vengono effettuati sulla base di perizie di agronomi controllate dai tecnici del Servizio Giardini. Assieme al monitoraggio si sta effettuando anche il censimento di 82mila grandi alberi cittadini, un’operazione mai fatta prima, utile per programmare gli interventi con regolarità e pianificare il lavoro di manutenzione.

L’altro appalto da 250mila euro è finalizzato alla potatura degli alberi alti meno di 30 metri ed è stato indetto per supportare il personale del Servizio Giardini che sta provvedendo con interventi programmati in economia.

Per la gestione degli alberi è in corso anche una ulteriore gara europea da 5 milioni di euro che, dopo i gravi episodi emersi con “mafia capitale”, si è svolta sotto la stretta vigilanza dell’Autorità Anticorruzione

“Per dare regole certe alla gestione del verde pubblico, e per evitare agli alberi danni che ne compromettano la stabilità, abbiamo terminato la stesura partecipata del regolamento del verde di Roma Capitale. Si tratta di un testo che definisce nel dettaglio, anche con allegati tecnici, le modalità di progettazione, di manutenzione e di cura dell’immenso patrimonio verde della Capitale. Abbiamo scritto il testo, articolo per articolo, insieme ad Associazioni, Municipi e Ordini professionali per dare alla città un documento di fondamentale importanza che si attendeva da anni”, precisa l’Assessora.

Per sostituire gli alberi malati, danneggiati o giunti a fine vita è stata già svolta una prima gara per la fornitura di alberi stradali ed è stato predisposto un piano di forestazione urbana per effettuare ulteriori piantumazioni programmate, con l’obiettivo di incrementare il numero complessivo di alberi in città.

“Desidero ricordare che il personale tecnico del Dipartimento Tutela ambientale ha grande competenza, esperienza e passione per il proprio lavoro. Con pochi uomini e mezzi a disposizione stiamo lavorando a testa bassa per affrontare l’ordinario cercando parallelamente di costruire un nuovo modello operativo gestionale. Stiamo lavorando molto e con tenacia perché questa città, che ha un patrimonio di verde e biodiversità enorme, abbia finalmente una gestione del verde degna di una Capitale europea. C’è ancora tanto da fare e noi andremo avanti con determinazione”, conclude l’Assessora Montanari.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: