Champions League, Lube conquista i Playoffs 6

Ieri sera, all’Eurosuole Forum, in scena una grande Lube, che batte i polacchi dello Skra Belchatow per 3 a 0 e conquista i Playoff 6 di Champions League.

Una Cucine Lube Civitanova formato rullo compressore non lascia spazio allo Skra Belchatow nel match di ritorno dei Playoffs 12 di Champions League. 3-0 sui polacchi all’Eurosuole Forum e passaggio del turno ai Playoffs 6 dove già aspetta la Diatec Trento. Un altro derby italiano in Europa (andata a Civitanova, ritorno in Trentino). Vincenti, quello che serviva stasera, ma anche convincenti, anche in ottica Play Off Scudetto, gli uomini di Medei. Netta superiorità in ogni fondamentale nei confronti del team di Piazza.

La battuta biancorossa fa la differenza per larghi tratti del match dei Playoffs 6. C’è grande attenzione in difesa e in copertura, mentre tutti gli attaccanti Lube girano praticamente al 60% in attacco. Potenziale offensivo a cui il Belchatow non riesce ad opporre resistenza, nemmeno con il solito Lisinac e qualche turno positivo al servizio. A chiudere i conti i 7 muri Lube contro i 2 dei polacchi. Inutile la girandola di cambi del tecnico del Belchatow, le redini della gara restano sempre dalla parte della Lube.

Sokolov è ancora top scorer con 17 punti (60% in attacco), in doppia cifra anche Juantorena (12) e Sander (10)

Coach Medei, per il match di Playoffs 6, decide per Sander in banda con Juantorena (Kovar è disponibile ma non al top per un risentimento muscolare). Al centro StankovicCandellaro e ChristensonSokolov, Grebennikov libero. Per coach Piazza stessa formazione della gara di andat. In banda BednorzEbadipour, Lisinac-Klos al centro, Lomacz in regia con Wlazly opposto, libero Piechocki.

Partenza tutta di marca Lube con muro e servizio protagonisti (5-2), poi l’attacco di Sokolov firma il +4 (7-3). Lisinac, come spesso accade, è l’uomo di riferimento dei polacchi e trova il muro del 7-5, ma non basta a fermare la spinta dei biancorossi. Ancora con Sokolov a mettere giù i palloni più pesanti che Christenson gli affida con continuità. Prima 11-6, poi 14-8. Ancora Lisinac crea problemi alla Lube, stavolta addirittura con un contrattacco in pipe (17-13), ma Christenson rimette le cose a posto al servizio. Manda così in tilt la ricezione polacca per tre volte di fila (22-14). Chiude Sokolov senza problemi 25-17. Per l’opposto bulgaro 8 punti con il 78% in attacco, Christenson 3 ace.

Lo Skra prova a reagire nel secondo set per la conquista dei Playoffs 6, dentro Penchev per Bednorz

Ancora Lisinac poi Ebadipour guadagnano il +3 (1-4). Christenson è ispirato anche in attacco, mette giù lui il -1 (5-6), poi è il momento di Juantorena (7-7) e il muro di Sokolov su Ebadipour vale il sorpasso Lube (10-9). Gli uomini di Medei sono molto attenti in difesa e nelle coperture, Sander ne approfitta (12-9) poi l’errore di Klos vale il +4 (14-10). Il livello di gioco Lube ora è altissimo con la battuta del martello statunitense a fare male alla ricezione Skra. Una grande azione Grebennikov-Juantorena strappa applausi per il 19-12.

Unico momento di appannamento Lube sul turno al servizio di Lisinac (da 22-14 a 22-18)

Non basta per fermare i cucinieri che chiudono 25-18. Juantorena e Sander protagonisti, 83% per l’italo-cubano, tante difese e 1 ace per lo statunitense. La Lube sente vicina la qualificazione e parte fortissimo con Sokolov e l’ace di Stankovic (6-2), anche nei piccoli momenti di difficoltà accusati, i biancorossi riescono ad uscire da situazioni difficili con positività (vedi alzata di Grebennikov dai led pubblicitari per Juantorena per l’11-8 e poi per Sander 14-11).

Lo Skra che prova a forzare inevitabilmente il servizio per tentare il tutto per tutto (ace Klos, 14-13), ma il muro di Sokolov (due volte su Wlazly) riporta la Lube a distanza (18-14). L’ Eurosuole Forum si esalta per un altro gran colpo di Grebennikov che alza dai cartelloni pubblicitari di fondo campo in bagher perfetto per Sokolov (20-17). Non è finita perché Wlazly trova l’ace del -1 (20-19), Candellaro però ferma Bednorz (tornato in campo) ed è 22-19.

Strappo decisivo, il centrale italiano firma anche gli ultimi due punti

Cucine Lube Civitanova. Sokolov 17, Candellaro 5, Sander 10, Marchisio n.e., Juantorena 12, Casadei n.e., Stankovic 3, Kovar n.e., Grebennikov (l), Christenson 6. Cester n.e., Milan n.e., Zhukouski, Storani (l) n.e.. All. Medei.

Skra Belchatow. Lisinac 7, Wlazly 10, Janusz, Klos 8, Bednorz 1, Katic, Czarnowski n.e., Ebabipour 7. Romac n.e., Nedeljkovic n.e., Lomacz, Piechocki (l), Penchev 3, Milczarek (l) n.e.. All. Piazza.

Arbitri. Ozbar (Tur); Gottwlad (Lie).

Parziali. 25-17 (25’); 25-18 (29’); 25-21 (28’).

Note. 2640 spettatori, incasso:24.248,00 Euro. Lube: 17 battute sbagliate, 5 aces, 7 muri vincenti, 50% in ricezione (28% perfette); 63% in attacco. Skra: 18 battute sbagliate, 3 aces, 2 muri vincenti, 54% in ricezione (29% perfette); 46% in attacco.

Redazione Marche

Da gennaio 2018 SenzaBarcode può contare sulla Redazione marchigiana. per contatti [email protected] e per inserimento in mailing [email protected]

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: