La Bella Addormentata in scena a Cagli

Il 24 febbraio, nel Teatro di Cagli, andrà in scena La Bella Addormentata, con la partecipazione dei ballerini del Teatro dell’opera di Roma.

Torna la bellezza della danza classica al Teatro di Cagli. Sabato 24 febbraio alle 21.00, salgono sul palco del Comunale i ballerini della Compagnia Almatanz. Presenteranno agli appassionati il nuovo allestimento di uno dei balletti più amati, La bella addormentata. Uno spettacolo di grande fascino e fortissima capacità evocativa, ispirato dalla fiaba di Perrault che tutti conosciamo fin dall’infanzia.

La musica, splendida, è quella composta nel 1889 dal sommo compositore russo Pëtr Il’ič Čajkovskij

L’allestimento e le coreografie sono curati da uno dei maestri della danza italiana: Luigi Martelletta. Per lo spettacolo di Cagli saranno presenti alcuni ospiti di alto livello: i ballerini del Teatro dell’Opera di Roma. Le fiabe tradizionali sono miniere di suggestioni sull’idea di trasformazione, di mutazione. Questa riflessione ha stimolato la ricerca di nuove trovate registiche e coreografiche, arrivando a una messa in scena che ha introdotto piccole licenze poetiche e creando un originale gioco di ritmi tra i danzatori.

Luigi Martelletta ha creato uno spettacolo piacevolissimo

che, pur non tralasciando gli aspetti fiabeschi e la delicatezza della vicenda onirica, propone una chiave di lettura più moderna e attuale, con tutti gli elementi essenziali del racconto. La musica immortale di Čajkovskij, che ha saputo raccogliere l’incanto di questa favola romantica, è stata integrata con piccoli interventi di Alessandro Russo, che ha composto alcuni passaggi musicali per collegare i diversi momenti del balletto.

Redazione Marche

Da gennaio 2018 SenzaBarcode può contare sulla Redazione marchigiana. per contatti [email protected] e per inserimento in mailing [email protected]

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: