Non solo TV: sfruttare tutte le potenzialità di un televisore

C’era un tempo in cui il televisore, al pari di un’isola, restava scollegato dal mondo circostante: totalmente indipendente, il suo schermo serviva per calarci in un mondo ristretto composto da pochi canali nazionali e poi dall’introduzione del satellite.

Ad oggi, però, la questione è radicalmente diversa: sebbene spesso le attenzioni virino verso la qualità del monitor, le sue dimensioni e la risoluzione dei pixel, una TV di ultima generazione possiede delle potenzialità ben più ampie. Questo perché può essere collegata al router in wifi di casa o ad altri dispositivi come gli smartphone e i laptop: per farlo, basta solo informarsi a dovere e dotarsi dei giusti cavi o dispositivi adatti allo scopo. Come sfruttare al massimo queste potenzialità?

Potenzialità della TV: l’importanza di Internet

In un mondo votato all’IoT e all’iper-connessione, Internet diventa quel protagonista del quale è impossibile fare a meno. Ciò vale anche per la televisione, considerando l’opportunità di trasformarla in smart TV e di poterla usare per guardare i video in streaming. Prima delle comuni dotazioni tecnologiche per farlo, però, è sempre il caso di concentrarsi su Internet: non è solo la sua presenza ad essere basilare, ma anche la tipologia di contratto che sceglieremo. Per poter sfruttare al massimo le potenzialità di un televisore è bene scegliere un’offerta di Internet illimitato per la casa come ad esempio quella proposta da Linkem.

La linea scelta dovrà infatti essere così potente da resistere al peso dello streaming: essendo i film molto pesanti da trasmettere, in termini di quantità di dati, è impossibile godere dello streaming senza una connessione no-limits.

Come trasformare la TV in smart TV?

Per poter sfruttare al massimo il proprio abbonamento a Netflix o ad Amazon Prime Video, occorre connettere la TV a Internet così da poter vedere sul suo schermo i contenuti proposti da queste piattaforme digitali. Per trasformare il televisore in una smart TV è possibile procedere in diversi modi: il collegamento fra TV e router via wifi può essere creato utilizzando un dongle, oppure un mediacenter.

Il primo è un device somigliante ad una chiavetta, ma con attacco HDMI: il secondo, invece, è un piccolo cubo che assicura maggiore stabilità del segnale e altre operazioni, come la registrazione del flusso in streaming. Sono soprattutto i mediacenter a diventare una scelta interessante per sfruttare al massimo le app gaming, mentre per guardare i video da YouTube bastano dongle come Google ChromeCast.

Come collegare la TV a smartphone o altri dispositivi?

Oggi è possibile collegare la TV ad uno smartphone o un computer per trasmettere contenuti come foto, video e musica da un dispositivo all’altro. In questo modo si potranno guardare i programmi della TV direttamente sul proprio smartphone, oppure riprodurre le foto e i video del nostro portatile in TV per sfruttare lo schermo più grande. Per collegare la televisione allo smartphone, al tablet o al PC esistono sostanzialmente due modi: i dispositivi wireless come i dongle o i mediacenter, oppure le classiche connessioni via cavo. Ad esempio, un cavo HDMI o mini-HDMI può permettervi di collegare il laptop alla TV, mentre nel caso degli iPhone vi basterà procurarvi un adattatore AV da connettere alla porta Lightning dello smartphone.

Per quanto concerne i device Android, invece, bisogna dotarsi di un particolare cavo detto MHL: il suddetto va collegato sull’attacco micro-USB del telefono, e poi nella porta HDMI della televisione. Naturalmente la tipologia di cavi varia sempre in base alle porte disponibili sul proprio telefonino, che potrebbero anche essere Slimport.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: