Feste in Via. Domenica 19 novembre, Quartiere Aurelio

Feste in Via. Laboratori gratuiti per grandi e bambini, artigianato,  prodotti tipici della tradizione gastronomica italiana e idee regalo.

Le Feste in Via avranno luogo domenica 19 novembre in aree pedonalizzate presso Piazza Pio XI, Via Satolli, Via Barone, Via Innocenzo XI.

All’interno delle vie, piccoli mercatini dall’atmosfera già natalizia. Ogni mercatino sarà diviso tra settori artistico, enogastronomico, prodotti tipici e area laboratori per grandi i piccoli. Sarà così possibile passeggiare in un’atmosfera di festa, facendo, di volta in volta, nuove scoperte nel quartiere.

Appuntamento con l’arte a Piazza Pio XI con diversi tra i più quotati pittori del panorama romano.  In Via Satolli si ritroveranno gli appassionati di antiquariato, tra bellissimi oggetti della Russia, anche imperiale, e grandi firme della Capitale come Rossano Benedetti specializzato in mobili di fine secolo e orologi antichi provenienti soprattutto dall’Inghilterra.

I golosi soddisferanno ogni loro curiosità gastronomica in Via Barone, dove si ritrovano specialità laziali con i primi dolci natalizi a base di frutta secca, oppure il banco con tutte le delizie del norcino, dai formaggi stagionati in foglia di vite o frutti rossi, agli affettati tipici ormai spariti dai supermercati. Aglio di Sulmona e diverse specialità abruzzesi si accompagnano al tartufo di Acqualagna. Qui anche “Un mondo di Spezie”, un’idea regalo infallibile. Infine, presidio siciliano d’eccellenza, sia con il salato degli arancini che con il dolce del cioccolato di Modica e altre delizie al pistacchio.

Un vero trionfo di artigiani in Via Innocenzo XI. Qui anche il laboratorio per grandi e piccini di taglio e cucito sia la mattina (11-13 circa) che il pomeriggio (16-18). Sempre in questa strada, troverà ampio spazio il vero artigianato natalizio, con gli antichi presepari e le guarnizioni per l’albero e la casa, rigorosamente fatte a mano e realizzate con oggetti di recupero o raccolti in natura.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: