Festival d’Oriente con l’Irlanda, il mondo Country e i nativi americani

Cerimonia del te, matrimonio celtico, cappello da cowboy e accampamenti con tende di cuoio. Colore, allegria, musica, spiritualità e cultura nei 4 festival alla Fiera di Roma.

Festival  d’Oriente, irlandese, country e Festival dell’America Latina: dal 22 al 25 e dal 29 al 30 aprile, gran finale il 1 maggio. La fiera di Roma ospita i 4 festival più attesi per gli amanti delle passioni d’oriente, le birre d’Irlanda, i balli country e la passione dell’America Latina. Valentina Nobili, tra gli organizzatori della kermesse, racconta cosa troveremo nei 5 padiglioni più 3 aree esterne sulla Portuense.

“Invece di una scampagnata proponiamo un vero e proprio viaggio tra culture e mondi lontani e diversi”. I programmi sono ricchissimi e forse non basta un solo giorno per vedere tutto. Nel 2016 sono stati registrati 150 mila visitatori “per quest’anno ci aspettiamo qualcosa di più visto che, oltre i tre format già proposti lo scorso anno -Festival d’Oriente, Festival irlandese e Festival dell’America Latina, c’è un format nuovo che è il Festival country e  country americano”.

Sarà possibile gustare le migliori birre irlandesi, ballare nello scintillante mondo Bollywood, lasciarsi trasportare dalla danza indiana bhangra, partecipare alla vestizione del kimono e celebrare la cerimonia del te cinese  giapponese.

Un’ampia sezione dedicata alla spiritualità orientale, ai miti indiani, ai misteri celtici. Al festival d’Irlanda sarà anche possibile legarsi nel matrimonio celtico (tutte le informazioni al sito ufficiale)

Nella parte Festival country ci sarà una sezione dedicata al mondo cowboy ma anche “l’aspetto dei pelle rossa” continua la Nobili “quindi le loro tradizione, la cultura, i rituali, le tende… Insomma, sarà molto suggestivo!”

Spettacolo, show, concerti musicali, colore, cultura, spiritualità. Tutto questo in Fiera Roma! È possibile acquistare il biglietto online direttamente dal sito del Festival d’Oriente e dagli altri siti -che troverete nella home page- oppure optare per un biglietto cumulativo per tutti gli eventi!

Domenica 23 e domenica 30 aprile a partire dalle ore 15.30. Imperdibile Holi Festival! L’abbattimento delle barriere sociali con il colore! Non manca l’aspetto commerciale, bazar con prodotti tipici in vendita solo nei giorni del festival!

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: