Gambling, uniche novità nel settore sono il tentativo di rimandare i cambiamenti

La situazione del gambling sta ormai diventando un paradosso: i comuni spingono per una riforma unica in tempi brevi, il governo approva leggi per poi creare emendamenti in grado di posticiparle.

Si continua a rimandare i cambiamenti necessari al mondo del gambling. Questa situazione toglie credibilità a un’azione sempre più lenta che rischia di diventare inefficace una volta applicata. Soprattutto per gli sviluppi della tendenza al gioco, portata ormai verso l’online.

È notizia recente che il Senato ha deciso di dare fiducia al governo sul decreto Milleproroghe. Per una volta nessun astenuto, ma i 99 contrari non sono stati sufficienti per contrastare i 153 voti a favore. Questo non significa ancora la sua applicazione, perché l’ultima parola ora spetta alla Camera. Che tra l’altro dovrà agire in tempi a dir poco ristretti, essendo il termine ultimo fissato per il 28 febbraio. Intanto però si allontana la data di applicazione delle novità previste dalla Legge di Stabilità 2017. A cominciare dalla lotteria dello scontrino, che dovrebbe entrare in vigore da marzo secondo quanto deliberato a fine 2016. Il Milleproroghe prevede la sperimentazione della lotteria con carte di credito e debito da novembre, secondo quanto indicato dall’emendamento di Francesco Russo.

Avrebbero sei mesi di tempo in più per adattarsi alle modifiche anche gli appassionati di Ippica, per cui l’emendamento di Stefano Collina prevede uno slittamento al prossimo gennaio.

Inutile sottolineare quanto un ulteriore rinvio dell’inizio dell’applicazione possa mettere in discussione il lavoro effettuato nella stesura della Legge di Stabilità. Probabile tra l’altro che quest’estate il Parlamento decida di votare per un altro rinvio, magari attendendo di varare la versione 2018 della stessa legge al posto di applicare delle modifiche a quella 2017 nei pressi di novembre. La scarsa volontà di parlare di gioco d’azzardo è confermata dalla prossima Conferenza delle Regioni, in programma il 23 febbraio. Niente di collegato al gambling è infatti nominato nell’ordine del giorno, mostrando un disinteresse in forte contrasto con i dati di dominio pubblico.

Il volume di gioco nazionale ha superato i 90 miliardi, dopo essersi attestato intorno agli 88 nel 2014 e 2015.

Un’enormità se si pensa che il totale globale non arriva a 500 miliardi. Di questi la maggior parte arrivano da slot machine e video lottery, in grado di costituire un mercato da quasi 50 miliardi in Italia. Con una curva in netta ascesa per il settore gambling, cresciuto del 256% in una decina di anni. Anche per merito delle macchinette, che hanno conquistato mini-casinò e centri scommesse di tutta la penisola.

Innegabile gli effetti benefici sull’economia dello Stato, ma sul tavolo di gioco viene puntata la vita di troppe persone. Dei 16 milioni di giocatori d’azzardo, il 4% presenta casi di patologia e il 16% si posiziona in una zona limite. Se può sembrare poco, pensate che si parla di quasi un milione di ludopati. Sparsi per tutta la Penisola, con più concentrazione intorno alle grandi città. Roma su tutte, perché l’Urbe ospita più di 20.000 slot machine sul suo territorio. Attenzione quindi a fingere di non vedere il problema, rimandando a un domani una soluzione che serve ora. Contrastare il gioco live adesso può essere decisivo per togliere rinforzi all’online prima che tanti possano scoprire il suo valore. A quel punto sì che sarebbe troppo tardi. Perché controllare internet, per quanto sembri assurdo, è molto più difficile.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: