Sbarco sul litorale laziale, 73 anni dopo. Federazione Italiana Rievocatori WW2

Rievocazione a Nettuno con la Federazione Italiana Rievocatori WW2 per lo sbarco sul litorale del 1944.

Gennaio 1944- gennaio 2017: 73 anni esatti dopo lo sbarco degli Alleati sul litorale laziale di Nettuno, Anzio e Lavinio, resta intatto il dovere morale di tramandare la memoria di chi diede la vita per prestare fede a un ideale e difendere la libertà. Da qui nasce l’impegno del Comune di Nettuno che, con la Federazione Italiana Rievocatori WW2 e la Pro Loco Forte Sangallo, il 17 gennaio alle ore 15 presso l’Aula Consiliare del Comune di Nettuno presenta alla stampa il fitto programma di appuntamenti organizzati quest’anno per celebrare un anniversario cosi denso di significato.

L’evento ha raccolto i più prestigiosi patrocini: Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, Arma dei Carabinieri, Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, Ambasciata Britannica di Roma (per il progetto didattico), American Battle Monuments Commission, Commonwealth War Graves Commission (per il progetto didattico), Città di Ariccia, Associazione Pro Loco Città di Anzio, Associazione Culturale Nettuno olim Antium.

“Lo sbarco sul nostro litorale – spiega l’Assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo del Comune di Nettuno Simona Sanetti – è stato uno degli eventi più significativi del passato e della storia nazionale. Noi oggi abbiamo il dovere di mantenere viva la memoria di coloro che hanno creduto nella libertà e dato la vita per il nostro Paese e abbiamo il dovere di trasmettere il sapere e i valori delle democrazia tra le generazioni. Dobbiamo celebrare con orgoglio e fierezza questo momento di consapevolezza storica della nostra città.

Il passato è una ricchezza che continua a produrre riflessioni per il presente e futuro di tutti noi”.

“Il 22 Gennaio del 1944 è una data da ricordare per i nostri concittadini – afferma l’Assessore a Istruzione Cultura Fondi Europei e Attività Produttive

Del Comune di Nettuno Alessandra Biondi –. È infatti una data che ha cambiato la storia della nostra Nazione e della nostra città non solo dal punto di vista storico, ma anche culturale. È proprio per questo motivo che nel Progetto Alternanza scuola lavoro – Forte Sangallo, per sensibilizzare maggiormente i giovani alla conoscenza storica del territorio, il nostro Assessorato ha organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Rievocatori WW2 incontri di formazione con esperti e studiosi dell’evento storico. Gli studenti stagisti saranno coinvolti attivamente nella manifestazione come guide turistiche”.

“Nettuno, Anzio e Lavinio il 22 gennaio 1944 furono teatro della cosiddetta operazione Shingle – racconta il Presidente della Federazione Italiana Rievocatori WW2 Alessandro Lama -, una manovra anfibia degli Anglo-Americani che non andò a buon fine, ma che grazie al coraggio e alla resistenza degli uomini che la compirono, consentì loro di portare a termine il proprio dovere durante l’offensiva di maggio. L’obiettivo della nostra Federazione – continua Lama –  è coltivare il valore della memoria, rievocando quei giorni cruciali per la storia d’Italia legati allo sbarco, attraverso la conoscenza dei luoghi, della gente, dei reduci”.

“La nostra costa – commenta il Presidente della Pro Loco Forte Sangallo Mario Lomartire –  fu teatro e protagonista di un episodio storico che ha determinato le sorti dell’Italia. Per noi che per missione abbiamo quella di promuovere e tutelare il nostro territorio è stata immediata l’adesione al progetto del Comune, che con questa iniziativa tiene in vita e tramanda la memoria storica che è l’anima stessa di questi luoghi”.

Programma completo

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: