Cronaca

USI: Azienda Comunale Farmacap: un importante passo avanti

USI, comunicato sindacale: Farmacap “per scongiurare il pericolo della privatizzazione serve anche l’approvazione da parte del Consiglio Comunale”.

Il 12 ottobre si è svolto un incontro con la Direzione Aziendale sulla situazione economica ed istituzionale della Farmacap.  La D.G. ci ha rappresentato una situazione moderatamente positiva, con un netto miglioramento del margine operativo lordo, un dimezzamento dei debiti verso i fornitori, un consolidamento dello “scoperto di tesoreria” verso la banca Mps e un aumento di fatturato, considerevole, nel mese di agosto.

Questi risultati, che prefigurano un consolidamento dell’attivo di bilancio per il 2016, sono stati raggiunti anche attraverso l’impegno profuso, come lavoratrici e lavoratori, nell’apertura agostana delle farmacie e del servizio sociale.

Per tali ragioni abbiamo chiesto di ridiscutere la proposta aziendale, depositata alla Direzione territoriale del lavoro, che prevedeva il riallineamento contrattuale del contratto Assofarm 2013, a Luglio 2017. Dopo un acceso confronto, abbiamo ottenuto una prima erogazione di 105.000 euro a novembre 2016; la conclusione del percorso di riallineamento a marzo 2017 (107 euro per il livello 1, ex A1), con l’erogazione dell’ultima tranche di 215.000 euro, e l’impegno a riconvocarsi a gennaio 2017 per discutere di buoni pasto e i tempi dell’erogazione dell’una tantum.

Scongiurare il pericolo della privatizzazione

Riteniamo che questo accordo economico parziale, in un quadro di complessivo miglioramento della situazione economica della Farmacap, ponga le basi per poter affrontare in condizioni migliori le restanti e importanti controversie economiche con l’Azienda.

Per scongiurare il pericolo della privatizzazione, ci sono sempre fortissime pressioni che non ci fanno dormire sonni tranquilli, serve, oltre al generale miglioramento dei conti aziendali, l’approvazione da parte del consiglio comunale dei bilanci dell’azienda 2013/14/15, la nomina di un nuovo consiglio d’amministrazione (ancora in alto mare), e un definitivo orientamento da parte della Giunta e del Consiglio comunale sul mantenimento dell’Azienda speciale.

Nell’incontro l’azienda ci ha rappresentato il problema delle ferie pregresse e non usufruite (in alcuni casi di 60 o 80 giorni), che pesano in maniera negativa sul bilancio, e la scelta di ridurle, entro il 30 novembre 2016, assegnando un numero variabile di giorni a ciascun lavoratore.

Garantire al meglio i servizi aziendali

Pur essendo un problema accumulatosi negli anni abbiamo chiesto alla Direzione, considerando i tempi strettissimi della programmazione (come per agosto), di garantire al meglio i servizi aziendali con i dovuti accorgimenti, modificando le programmazioni laddove necessario e nel rispetto del contratto e delle disposizioni legislative.

Nella stessa sede d’incontro l’azienda ha posto l’esigenza di riorganizzare il settore sociale, secondo quanto convenuto con il Dipartimento V e previsto dal rinnovo della Convenzione (la cui durata e valore economico è ancora un incognita).

Abbiamo convenuto sulla necessità di rafforzare i dieci servizi territoriali di prossimità, di mantenere un orario di servizio omogeneo per ogni presidio (8.30-19-00), di rendere più omogenee le attività svolte, rispettandone le specificità territoriali, ma abbiamo chiesto che sia garantita una autonomia dei coordinatori e una relativa duttilità nella programmazione dei planning orari, pur nel rispetto delle indicazioni aziendali per la copertura dei servizi stessi.

 USI  Rsa – Rls Azienda Speciale Comunale FARMACAP

Il testo dell’accordo del 12 ottobre

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!