La signora Laura aspetta Virginia Raggi con Di Stefano (CPI)

Simone Di Stefano (CasaPound): barricato in appartamento a Colosseo finché Virginia Raggi non darà risposta agli occupanti.

 “La signora Laura non può essere abbandonata nella periferia più estrema di Roma, in mezzo ai rom e lontana dalle cure mediche di cui avrebbe bisogno. Il sindaco Virginia Raggi si impegni a trovarle una sistemazione dignitosa e dentro il raccordo”. Lo dichiara Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound, da stamattina barricato nella casa situata in zona Colosseo da cui lo scorso luglio l’anziana era stata cacciata.

“Laura – continua Di Stefano – ha vissuto in questa casa per 30 anni. È diabetica, ha bisogno di cure e di fare un tipo di dieta particolare. A luglio il comune l’ha cacciata perché occupante abusiva, promettendo di portarla in una struttura attrezzata. L’hanno invece sbattuta in una periferia degradata, fuori dal raccordo, nelle immediate adiacenze di un campo rom, in una zona in cui non passa un autobus e non c’è neanche una farmacia, con i nomadi che fanno il bello e il cattivo tempo. Noi l’abbiamo riportata a casa sua e ora aspettiamo il sindaco Virginia Raggi, che deve venire qui e trovare una sistemazione adeguata, per Laura e per l’altra famiglia di italiani che vive qui e che ha due figli, di cui uno disabile.

Se queste persone devono lasciare questi appartamenti, che il Comune garantisca loro una sistemazione degna, attezzata e all’interno del raccordo”.


SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: