Canili comunali, Rinnovo richiesta intervento per sospensione “in autotutela”

Lettera dell’ Associazione utenti e consumatori servizi pubblici USICONS al Campidoglio per rinnovo richiesta intervento in autotutela situazione canili comunali

Roma, 7 agosto 2016 trasmesso via fax pagine 2 urgente
Al Sindaco di Roma Capitale Dott.ssa Virginia Raggi fax 06 67103590- 6784239 e mail
Al Vice sindaco Dott. Frongia 06 6795538
Al Capo di Gabinetto  p.t.  fax 06 67103590 – 67104123
Al Presidente dell’Assemblea Capitolina Avv. De Vito 06 67102746 e per e mail

Riceviamo e pubblichiamo. Rinnovo richiesta di intervento per sospensione “in autotutela” di procedura e bando di gara, in fase di aggiudicazione provvisoria per servizi nei canili comunali di Muratella e di Ponte Marconi (ex Cinodromo),  da USI e da Associazione utenti e consumatori servizi pubblici USICONS, per tutela interessi collettivi diffusi, buon andamento e trasparenza, legalità e certezza appalti pubblici, continuità di servizio e tutela lavorativa/occupazionale (inoltrata il 29/6/2016) .

Richiesta di valutazione  complessiva della situazione (anche con un confronto con la nostra Confederazione), per soluzione finalizzata alla gestione diretta/internalizzazione del servizio e contestuale assorbimento degli operatori e operatrici già in forza nell’affidamento, con gestione e verifica costi/benefici.

Segnalazione ed esposto, condotta non idonea e non rispondente a buon andamento servizio pubblico, efficacia, efficienza, economicità e trasparenza, con scelte e atti responsabili del Dipartimento competente,  compresi atti dirigenziali di affidamento diretto (e irregolari) e spostamento fondi pubblici a favore di canili privati convenzionati, in assenza di provvedimenti conservativi idonei a tutela e benessere animali e tutela forza lavoro (mancata rispetto e omissione dipartimentale, criteri, principi e buone prassi di cui alle D.C.C. 135/2000 e 259/2005, con ulteriore mancata predisposizione di copertura economica per acquisto cibo cani e gatti accuditi presso il canile di Muratella, in autogestione dal 1° maggio 2016, a carico di misure di solidarietà della cittadinanza romana).

USICONS e Usi

La Usi Unione Sindacale Italiana, già presente con Rsa – Rls interne presso le Associazioni Onlus Avcpp e l’Impronta e a tutela di lavoratori/lavoratrici utilizzati nei canili comunali di Muratella (attualmente in stato di autogestione produttiva dal 1° maggio 2016) e di Ponte Marconi – ex Cinodromo,  che ha ricevuto dalla maggioranza dei lavoratori mandato ad agire per la vertenza in atto, rinnova con la presente, la richiesta al Sindaco di Roma Capitale p.t., all’Ufficio di Gabinetto del Sindaco, al Vice Sindaco formalmente insediatisi, di intervenire con provvedimento urgente “in autotutela”, per la sospensione della procedura, già contestata in reiterate occasioni e con copiosa corrispondenza inoltrata a chi ha rappresentato l’Amm.ne capitolina, di affidamento negoziato e di bandi di gara con aggiudicazione provvisoria in corso, per i servizi e gestione dei canili comunali di Muratella e di Ponte Marconi (ex Cinodromo).

Si rileva l’alea di una reiterazione, di situazioni relative alla carenza di legalità, certezza, trasparenza, efficacia e buon andamento del servizio (nonché la tutela del benessere animale, servizio socio assistenziale e tutela sanitaria, del diritto al lavoro e a giusta retribuzione), per effetto di procedure messe in atto dalla stazione appaltante (Direzione del Dipartimento Pol.

Ambientali con delega alla tutela e benessere animale), con attivazione alla M.O., a organismi di vigilanza e controllo competenti per materia e per territorio, con interventi della nostra Confederazione e dell’Associazione tutela utenti e consumatori e un contenzioso di natura risarcitoria e di valutazione patrimoniale, a tutela di interessi collettivi diffusi e di tutela di chi lavora.

Riesame della situazione

Si richiede un riesame della situazione, l’adozione di idonei provvedimenti che garantiscano i beni e interessi prioritari sopra citati, compresa la situazione occupazionale messa a rischio da utilizzo non corretto o con mancato adempimento e ottemperanza alle misure, criteri, principi da rispettare e obblighi di cui alle D.C.C. 135/2000 E 259/2005, in vigore e delle quali Usi e Usicons chiedono anche in questo caso, la corretta e puntuale applicazione, con l’ottemperanza da parte delle strutture capitoline appaltanti (e di quelle comunali preposte alla  vigilanza e controllo sugli atti), per la verifica costi/benefici e il percorso verso la “internalizzazione/gestione diretta” del servizio comunale, con contestuale assorbimento della forza lavoro, formata e qualificata in 15 anni di lavoro, dimostrata anche positivamente in questa fase di autogestione produttiva del servizio al canile di Muratella dal 1° Maggio 2016.

Si segnala e di espone, per un intervento che sia coerente anche con le linee programmatiche e di indirizzo varate da Sindaca e G.C., la serie di scelte e provvedimenti, non opportuni e non idonei, posti in essere in questo periodo dal responsabili del Dipartimento Politiche ambientali con delega alla tutela e benessere animali (già inquisito dalla M.O. e sottoposto a indagini presso organismi di vigilanza) e dagli altri dirigenti, come indicato nell’oggetto del presente atto ed esposto, poichè tali atti di “gestione amministrativa”, non appaiono coerenti e in sintonia con le linee guida approvate.

Si ringrazia per l’attenzione e in attesa di riscontro, anche con ns. disponibilità a colloquio con  segreteria del Sindaco p.t. e del Capo di Gabinetto, si inviano i ns. distinti saluti  (fax per comunicazioni 06 77201444, e mail [email protected] e [email protected])

Per Usicons il Presidente p.t. Prof. Giuseppe Martelli. Per USI Roberto Martelli.

Immagine di repertorio (IoLibero)

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: