WSOP 2016: World Series of Poker fino al 18 luglio

A Las Vegas dal 31 maggio e fino al 18 luglio WSOP 2016, l’evento di poker più prestigioso al mondo. Millionaire Maker, Monster Stack, Little One for ONE DROP, Seniors Event and Ladies Championship.

Le prime fiches sono state distribuite il 31 maggio, 10.805.500 dollari di montepremi per 21.613 giocatori, i numeri non superano i risultati del WSOP 15 ma sono di tutto rispetto considerando un montepremi totale di 7 milioni di dollari, 1 milione garantito al vincitore assoluto! Raggiunta la 47° edizione delle WSOP tanti miglioramenti e novità per i partecipanti al Rio All-Suite Hotel & Casino a Paradiso, Nevada.

Cosa è il World Series of Poker

L’inizio del WSOP si data tra la fine degli anni ’60 e l’inizio del ’70, sempre in Nevada, oggi alla 47° edizione il WSOP ospita giocatori da tutto il mondo pronti a sfidarsi in tutte le varianti e specialità di poker. È il più grande torneo di poker sportivo mondiale e l’anno scorso ha fatto segnare il record con ben 22.373 iscritti. Il Main Event, l’evento principale, viene giocato nella specialità del poker Texas hold ’em nella variante senza limite. Nelle varie specialità le varianti sono i buy-in, ossia le quote di adesione che variano dai 500 a 50.000 dollari. Il vincitore di ogni torneo, oltre ad un importante premio in denaro, riceve un braccialetto delle WSOP.

Braccialetto WSOP 2011
Braccialetto WSOP 2011

Il premio, non in denaro, più ambito dai giocatori di poker

La tradizione comincia con alle WSOP del 1976 con l’assegnazione di un braccialetto a ciascun vincitore, Oggi sono aggetti di grande valore economico, basti pensare che vengono prodotti da  Corum o da Jason of Beverly Hills di Las Vegas. WSOP del 1970 -e per i 6 anni successivi-  venne consegnata una coppa ma oggi ci si riferisce con il termine braccialetto anche per quei premi.

Phil Hellmuth, è il giocatore che detiene il maggior numero di braccialetti, ben 14, a seguire Johnny Chan, Doyle Brunson e Phil Ivey con 10. Per trovare il tricolore italiano bisogna cercare Jeffrey Lisandro, meglio noto come Jeff  -di origini italiane ma australiano di nascita- che si è aggiudicato 6 braccialetti nella sua carriera.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: