CUP Lazio “La Longo in aula dice e contraddice”

Venafro, Longo e Scozzafava, caso CUP Lazio. Maritato, candidato sindaco di Roma per AssoTutela “La Longo in aula dice e contraddice”

Ascoltata in aula dai PM nel contesto di mafia capitale, alla domanda riferita al bando CUP Lazio, la Dott.ssa Longo ha dichiarato «Fu Venafro a segnalarmi il curriculum di Scozzafava, precisando che era un nome gradito a Luca Gramazio e all’opposizione, che lamentava una mancanza di trasparenza negli appalti. Il curriculum me lo diede nel maggio 2014 ma io lo inserì nella commissione solo a luglio, quando saltò per incompatibilità un altro nome. Ma non ho ricevuto pressioni, mi era stata solo indicata l’urgenza della gara che da tredici anni era in proroga”. Incalzata dalla precisa domanda sul ruolo effettivo di Venafro, e, nello specifico, se fosse una consuetudine che il capo di gabinetto del presidente Zingaretti proponesse i nomi utili alla composizione delle commissioni giudicanti delle gare, la risposta della Longo non ha di certo convinto fino in fondo i giudici in aula asserendo che. «Era abbastanza usuale che desse i nominativi».

Ci si chiede allora del perché le dichiarazioni rese in aula della sezione X penale paradossalmente contrastano invece con quanto assunto in sede di Commissione Bilancio nella data del 14 luglio 2015 ove la stessa Dott.ssa Longo ebbe ad affermare che – come da trascrizione integrale – “Come Centrale acquisti facciamo una valutazione, perché esiste anche una attività di vaglio sui numeri che ci arrivano, e questo produce la quantificazione….. Riguardo alla composizione della Commissione io ricordo che, in base al Codice degli appalti, la Commissione può essere nominata soltanto quando è spirato il termine di ricezione delle offerte, quindi solo dopo, non prima”. Ci si chiede del perché la responsabile del RUP ricorda semplicemente che la commissione può essere nominata solo quando è spirato il termine di ricezione delle offerte ma stranamente omette di riferire che i commissari sono di fatto suggeriti da persone appartenenti al sistema oggi sotto inchiesta e del quale come sempre Zingaretti nulla conosce.

Il 20 giugno sapremo ancora una diversa verità taciuta ai cittadini…lo dichiara in una nota il candidato sindaco di Roma Michel Emi Michel Maritato.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: