Cure palliative: pochi centri in mano ai soliti noti

Cure palliative, comunicato di Michel Emi Maritato, candidato sindaco di Roma per AssoTutela. “Ignorata la legge 38 del 2010 che istituisce la rete assistenziale. Strutture tutte private”

“Il settore cure palliative è rivolto oggi nel Lazio a circa mille posti letto, tra assistenza residenziale e cure domiciliari. Godono di tali trattamenti non solo i pazienti oncologici e in tale delicato ambito notiamo evidenti difficoltà nella presa in carico dei pazienti”. Lo sostiene il presidente di AssoTutela, candidato sindaco di Roma Michel Emi Maritato che spiega: “Nel 2010 è entrata in vigore una legge, la numero 38 che disciplina la rete di cure palliative e terapia del dolore ma, come accade sovente, la normativa è praticamente ignorata.

Il pubblico non si fa carico di tali pazienti – insiste Maritato – quasi fossero persone di serie B e tutta l’assistenza territoriale e l’attività legata alle cure compassionevoli è totalmente nelle mani del privato che nella nostra regione ha nomi e cognomi ben noti. Cosa dice in proposito, il Lazio delle ‘Meraviglie’ immaginato dal presidente Zingaretti? Di tali cure potrebbero godere numerosissimi malati oggi mandati come pacchi postali da una struttura all’altra o lasciati in strutture per pazienti cronici con un’assistenza inferiore a quella che il caso richiederebbe.

Ė ora di cambiare rotta e la Regione Lazio, piuttosto che inseguire i fantasmi di una medicina territoriale che non esiste, ponga in essere azioni positive legate a leggi che già esistono”, chiosa Maritato.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: