AssoTutela, il programma politico per la città di Roma

Oggi a Roma presso il comitato elettorale di AssoTutela alle ore 11 è stato presentato il programma elettorale del candidato a sindaco di Roma Michel Emi Maritato per le prossime elezioni amministrative, di Roma 2016

Le liste a sostegno di AssoTutela e Michel Emi Maritato sono movimenti civici come ad esempio Conftributaristi, Ante, Infermieri AG. Presenti oggi alla conferenza stampa oltre al candidato a sindaco, l’Avv. Antonio Petrongolo, l’Avv. Daniela di Porto ed il candidato presidente al V Municipio Alessio Grossi. Un programma Tricolore, ciascun colore rappresenta un ambito su cui il sindaco e i suoi consiglieri vogliono intervenire. Il verde rappresenta gli ambiti dello sport, delle politiche giovanili, culturali, ambientali, urbanistiche e territoriali. Il bianco invece indica la volontà di avere un Comune vicino al cittadino con una gestione trasparente e con un’attenzione alle politiche sociali e socio-sanitarie. Il rosso comprende il commercio, i trasporti e le politiche fiscali. Un programma quindi fatto da cittadini per i cittadini che, come ha sottolineato Maritato si attuerà con rigore morale e capacità da parte di tutta la squadra politica a suo supporto, favorendo la collaborazione con i cittadini stessi.

L’impegno che si assume Maritato è quello di essere un Sindaco a tempo pieno per poter guardare negli occhi i cittadini tutti i giorni, dedicando loro tutta l’attenzione e la dedizione che meritano.Grande applauso sul punto del programma in cui si parla dell’abolizione di Equitalia confidando in un comune amico con dilazione ad interessi zero. Maritato inoltre ha dichiarato di devolvere lo stipendio totalmente in beneficenza alle famiglie bisognose.

Scarica il programma politico di AssoTutela

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: