Policlinico Casilino “servizi sempre più in mano ai privati”

Privatizzato Policlinico Casilino. Sanità del Lazio “sempre più nelle mani dei privati. Tutto questo è intollerabile” AssoTutela lancia l’allarme e chiede chiarimenti ai vertici regionali

AssoTutela rende noto

La privatizzazione del policlinico Casilino è solo l’ultimo atto: da tempo assistiamo a uno smantellamento senza precedenti del servizio sanitario regionale pubblico sulla pelle dei cittadini. Lo dichiara il presidente di AssoTutela, neo candidato sindaco Michel Emi Maritato che spiega: Per giorni abbiamo sentito il coro dei chierici lodare il presidente Zingaretti in visita al più grande pronto soccorso di Roma, senza spiegare che lo stesso farà affluire tanti soldi nelle casse di Eurosanità, società dietro cui c’è l’imprenditore Ciarrapico.

Dalla gestione mista a quella privata con 84 milioni di euro, tutti sarebbero virtuosi insiste Maritato come fosse un vanto, senza spiegare che cosa ciò comporti per i cittadini che pagano la più alta Irpef in Italia. Si dice di sanare una situazione annosa come quella degli ospedali a gestione mista elargendo meno risorse agli imprenditori ma questo è soltanto in contentino: ci spieghi, il presidente Zingaretti, quanto è costato l’abbattimento delle liste di attesa con i 70 milioni dati al Campus Biomedico dell’Opus Dei, mantenendo tempi biblici e agende chiuse, immiserendo sempre più le nostre Asl, chiudendo ospedali storici come il Forlanini e il San Giacomo.

Tutto questo è intollerabile e i vertici regionali dovrebbero chiarire, chiosa il presidente di AssoTutela.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: