AssoTutela – Gara Cup Lazio: Il fantasma GPI (II atto)

Assotutela su Gara Cup del Lazio, perplessità dichiarate da Michel Emi Maritato e Antonio Petrongolo.

“In merito alla Gara Cup del Lazio ci piacerebbe far notare che quanto dichiarato ieri in un comunicato, nel quale ci chiedevamo il motivo per il quale la gara non fosse annullata e il motivo per il quale la GPI sia l’unica società a non essere indagata, nulla è inventato ma frutto di un’analisi logica. Dalle intercettazioni si può infatti dedurre che dietro agli schemi di facciata di SOL.co e Sinergie vi sia la GPI di Trento che in Abruzzo risulta essere in Raggruppamento temporaneo d’imprese con Sinergie.

Importante ricordare che la stessa GPI è la società che conosce meglio il CUP di Frosinone che rappresenta la parte più voluminosa del terzo lotto, ma ha scarsa conoscenza delle altre ASL. Questo potrebbe essere il motivo per il quale la Commissione abbia dato punteggio massimo alla società di Trento per l’assegnazione del terzo lotto. La GPI infatti nel 2012 si era aggiudicata la gestione del CUP a Frosinone, approfittando di conoscenze con esponenti della politica locale riconducibili al centrodestra, tra i quali spiccava il nome di Fiorito e dell’ex direttore generale Mirabella (secondo il dossier del consigliere Barillari, M5S). In ultimo, vorremmo ricordare a tutti che la Gpi di Trento è una società che, su tutto il territorio nazionale, ha sempre partecipato in maniera aggressiva a bandi relativi la gestione dei CUP aggiudicandosi in molti casi gli appalti con costi al ribasso, addirittura in alcune circostanze insostenibili, il tutto a scapito dei lavoratori”.

Lo dichiarano in una nota congiunta il Presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, neo candidato sindaco di Roma e l’avvocato dell’associazione Antonio Petrongolo.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Un pensiero riguardo “AssoTutela – Gara Cup Lazio: Il fantasma GPI (II atto)

  • 27 Aprile 2016 in 19:54
    Permalink

    La Gpi inquadra i propri dipendenti con miseri contratti per pulizie di circa 800 euro netri mensili.ecco come riescono ad accaparrarsi appalti milionari…a discapito dei lavoratori. Le asl stanno a guardare.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: