A Monterotondo il concorso lirico Jole De Maria

Dal 24 al 27 giugno in scena al Teatro Ramarini di  Monterotondo la terza edizione del concorso lirico Jole De Maria

Riceviamo e pubblichiamo

Si terrà presso il Teatro Ramarini di Monterotondo (Roma) da mercoledì 24 a sabato 27 giugno 2015 la terza edizione del Concorso Lirico Internazionale Jole De Maria dedicata a cantanti lirici di tutti i registri vocali – soprano, mezzosoprano/contralto, controtenore, tenore, baritono, basso – e di tutte le nazionalità.

Il Concorso, a cura dell’Associazione Culturale Arcipelago, con la direzione artistica della mezzosoprano Irene Bottaro e l’organizzazione di Eleonora Vicario, si tiene sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e del Senato della Repubblica Italiana e si articolerà in tre fasi: il 24 e 25 giugno si terranno le prove eliminatorie, il 26 giugno la prova semifinale, mentre il 27 giugno si terrà la prova finale, con serata di Gala, concerto dei finalisti e proclamazione dei vincitori. Durante le giornate del Concorso sono inoltre previsti 3 recital tenuti da altrettante soprano: In viaggio tra le note, con Akiko Sawayama il 24 giugno, Percorsi tra sacro e profano, con Rosita Fiocco il 25 giugno e Vita di donna e amore, con Angela Alesci il 26 giugno.

Il concorso avrà l’onore di avere come pianista per l’accompagnamento dei partecipanti Otello Visconti, pianista e Direttore d’orchestra e saranno presenti due professionisti che si occuperanno delle acconciature e del trucco: le concorrenti potranno infatti usufruire gratuitamente di eleganti acconciature, tra richiami al passato, code, chignon, trecce complicate, sperimentazioni eccentriche. Inoltre, la sartoria Annamode permetterà alle concorrenti di indossare il costume di scena del brano d’opera che per primo sarà presentato nel concerto finale.

Testimonial del Concorso 2015, l’attore Roberto Nobile, conosciuto al grande pubblico per il ruolo di Nicolò Zito ne Il commissario Montalbano e di Antonio Parmesan in Distretto di Polizia e interprete, tra gli altri, per Gianni Amelio, Giuseppe Tornatore, Nanni Moretti e Michele Placido.

La Giuria è formata da 5 prestigiosi personalità del mondo musicale – il Presidente di giuria, la soprano Elizabeth Norberg-Schulz, quindi Andrea De Amici, della In Art Management di Milano, Antonio Marzullo, segretario Artistico del Teatro Verdi di Salerno, Cristiano Sandri, segretario Artistico del Teatro Maggio Musicale Fiorentino e il basso Roberto Scandiuzzi. Ai vincitori saranno assegnati tre Premi in denaro: 2.000 euro al primo classificato, 1.000 euro al secondo classificato e 500 euro al terzo classificato. Previsti anche due premi in denaro assegnati dal pubblico. Mentre la Giuria si riunirà per stabilire i vincitori del Concorso, verrà proiettato il documentario: Palazzo, Orsini, Barberini, Grillo, Boncopagni Ludovisi, le sale affrescate, per la regia di Franco Maggio. Durante le tre giornate verranno raccolti fondi per la Ricerca sul cancro.

Questo progetto – sostiene la direzione organizzativa – nasce per porre l’accento sulla Ricerca per sconfiggere il cancro, per divulgare la conoscenza della musica lirica e per sostenere nuovi talenti musicali. Inoltre, intendiamo promuovere Enti e Aziende che contribuiscono alla riuscita del progetto, favorendo la valorizzazione di Monterotondo, a 25 chilometri da Roma, poggiato su una collina che domina la valle del Tevere, con una lunga tradizione in campo musicale, collegandolo maggiormente all’Europa e stimolandone la crescita economica. Infine, vogliamo ricordare Jole De Maria, artista lirica morta di cancro nel 2007, che ha cantato in grandi teatri internazionali.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: