Forza Italia Chiaravalle, sindaco “decisionista tentennante”

Dal Coordinamento Comunale Forza Italia di Chiaravalle, considerazioni sul sindaco. Quale futuro per l’area ex Fintecna?

Riceviamo e pubblichiamo

Da un po’ di tempo a questa parte, la poliedrica personalità del sindaco Damiano Costantini colpisce inesorabilmente! Si va dal cuculo al gambero, all’ariete, allo struzzo, al pavone.

Preso dalla smania di raccattare voti per il secondo mandato, cade in errori che neanche un dilettante allo sbaraglio farebbe. Ormai, naviga a vista. Anzi, peggio, è una barca senza timone, in balia delle onde e della corrente.

Non ha una visione (ma ce l’ha mai avuta?) del futuro di Chiaravalle. Corre dietro a quello che lui pensa possa portargli un po’ di voti, salvo poi fare marcia indietro repentinamente, proprio come i gamberi. Ci sarebbe da ridere se queste sue decisioni non avessero un costo per la cittadinanza. Si appropria e tenta di mettere il cappello su iniziative di altre forze politiche, proprio come fa il cuculo che deposita le uova nel nido di altri uccelli.

E’ partito a testa bassa, come un ariete, accontentando una novantina di cittadini che hanno firmato una richiesta, cambiando la viabilità in via Lumumba e Via Maestri del Lavoro – Centro Commerciale “La Manifattura” -. E fatto ancor più grave lo ha fatto in un periodo di acquisti! Non si era accorto di essere alla vigilia di Pasqua! Giustificando tale cambio di viabilità con una migliore vivibilità per la cittadinanza residente, creando caos e disagi.

E caparbiamente ha difeso questa sua scelta nascondendo la testa sotto la sabbia, come fa lo struzzo, nonostante gli ingorghi giornalieri si intensificassero ed appesantissero l’aria di polveri sottili, dovuti agli scarichi delle auto. E sì che da appartenente ad un partito, SEL, che nel suo acronimo parla di ecologia, lo dovrebbe sapere! Ma lui, ormai, era partito lancia in resta e ha continuato a difendere quella scelta indifendibile. Altri cittadini esasperati da quell’obbrobrio di decisione hanno però raccolto in pochi giorni oltre 1350 firme! E gliele hanno portate. In un primo momento il Sindaco Costantini  ha fatto finta di niente dicendo di essere troppo occupato per ricevere il direttore del Centro Commerciale, poi, obtorto collo e dopo aver fatto due conti, ha pensato bene che 1350 firme, sono più di una novantina. Ed ecco che la personalità del gambero lo ha assalito! Dietro Front! Si torna indietro! Di nuovo la vecchia viabilità! E in men che non si dica gli operai del comune hanno coperto col nero la segnaletica orizzontale fatta da poche settimane!

Chi paga? Naturalmente, né il l’ariete, né lo struzzo, né il gambero ma i cittadini di Chiaravalle!

Poi, per pavoneggiarsi un po’, si è voluto appropriare come il cuculo di una iniziativa di altre forze politiche. Da come ne parla sembra che il problema dell’area ex Fintecna –o ex Cral- lo abbia sollevato lui, scordandosi che sono stati Forza Italia e Nuovo Centro Destra ad organizzare due assemblee pubbliche, il 3 dicembre 2014 ed il 7 Gennaio 2015, sulla questione, incontri ai quali fu invitata anche la proprietà. Se non fosse stato per queste due forze politiche, caro Sindaco, la questione sarebbe passata sotto silenzio. Ora, tutti fanno a gara su chi si oppone di più! Noi, ci siamo limitati a fare una semplicissima domanda: “Quale futuro per l’area ex Fintecna?”.

E presentammo anche delle proposte, che naturalmente, visto che non arrivano dalla parte giusta, non sono state e non saranno neanche prese in considerazione. Anzi, fummo quasi derisi e criticati da una parte dell’opposizione, (quella per intenderci che nella passata consiliatura ha corresponsabilmente (mal)governato questa cittadina ) con un articolo dal titolo “Tanto rumore per nulla”. Certo, se uno è sordo, non sente neanche lo scoppio di una bomba.

Chissà se nel futuro la poliedrica personalità del Sindaco non ci riservi qualche altra bella sorpresa?

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: