Flash Aosta: VI edizione della Scuola per la Democrazia

In programma ad Aosta e Bard, dal 28 al 30 novembre 2014. Sesta edizione della Scuola per la Democrazia: il programma

Da venerdì 28 novembre a domenica 30 novembre 2014, la Valle d’Aosta torna ad accogliere per la sesta volta la Scuola per la Democrazia, il corso di alta formazione politica promosso dal Consiglio regionale della Valle d’Aosta e dall’associazione Italiadecide, in collaborazione con Ancigiovane e l’Università della Valle d’Aosta. All’iniziativa parteciperanno 55 giovani amministratori provenienti da tutta Italia e 20 tra amministratori locali valdostani e studenti iscritti all’Università della Valle d’Aosta, per confrontarsi sul tema «Urbanistica di qualità e sviluppo locale: nuove opportunità per i comuni dalle recenti innovazioni legislative».

La Scuola per la democrazia, anche quest’anno, potrà annoverare tra i suoi relatori personalità di spicco, in particolare il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, che dialogherà con i partecipanti a partire dalle ore 11.30 di sabato 29 novembre 2014, al Forte di Bard (e non domenica, come inizialmente previsto).

Ad aprire i lavori, venerdì 28 novembre 2014, alle ore 11.30, ad Aosta, nel Salone delle manifestazioni di Palazzo regionale sarà il Presidente di Italiadecide, Luciano Violante, cui seguiranno gli interventi dei Presidenti del Consiglio, Marco Viérin, e della Regione, Augusto Rollandin, oltre che dei Coordinatori di Ancigiovane Valle d’Aosta, Alex Foudon, e di Ancigiovane nazionale, Nicola Chionetti.

Alle ore 12.00, i giovani amministratori si confronteranno con Francesco Karrer, Professore ordinario di Urbanistica all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e già Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, che, insieme con Enrico Seta, responsabile della segreteria tecnica del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, tratterà le «Strategie di sviluppo locale attraverso la pianificazione urbanistica e la progettualità pubblica e privata – il caso della Valle d’Aosta». Successivamente, alle ore 12.15, Roberto Louvin, Presidente della Commissione paritetica Stato-Regione Valle d’Aosta, analizzerà «La specificità della Regione Valle d’Aosta», mentre, nel pomeriggio, alle ore 15.00, le «Nuove procedure per i comuni in tema di lavori pubblici e di risorse finanziarie» saranno approfondite da Pierciro Galeone, Direttore dell’Istituto per la finanza e l’economia locale-Fondazione Anci, con Alessandro Palanza, Vicepresidente e Direttore di Italiadecide, nonché Consigliere di Stato, e Francesca Ottavi, responsabile della Direzione legislazione opere pubbliche dell’Associazione nazionale costruttori edili.

Sabato 29 novembre 2014, la Scuola per la democrazia si sposterà al Forte di Bard, dove, a partire dalle ore 9.30, Paolo Urbani, Professore ordinario di Diritto amministrativo alla Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Chieti-Pescara, insieme con Enrico Seta, parlerà delle «Tecniche compensative e perequative per una migliore qualità dei luoghi di vita e di lavoro»; alle ore 11.30 è previsto il dibattito con il Ministro Lupi. Alle ore 15.30, Paolo Buzzetti, Presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili, insieme con Cesare Pinelli, Professore ordinario di istituzioni di Diritto pubblico alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza” e Direttore scientifico di Italiadecide, tratterà la tematica «Semplificare le procedure edilizie: è possibile?».

Domenica 30 novembre 2014, ad Aosta, nel Salone delle manifestazioni di Palazzo regionale, alle ore 9.00 è previsto l’intervento di Bianca Del Genio, Direttore della divisione Affari legali e istituzionali di Microsoft Italia; alle ore 11.30 Leopoldo Freyrie, Presidente del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, insieme ad Alessandro Palanza, relazionerà su «Pianificazione territoriale e rinnovo urbano nell’era della Grande Recessione».

Come già in passato, dopo aver seguito le lezioni, i partecipanti alla Scuola saranno suddivisi in gruppi di lavoro per approfondimenti mirati e per sviluppare la logica di condivisione e sinergia che sottintende all’iniziativa.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: