Sciopero della fame per il divorzio breve!

Questo Appello ha lo scopo di far approvare al più presto una legge sul divorzio in Italia che ne riduca i tempi ed i costi sia per il cittadino che per lo Stato.

Aderisco allo sciopero della fame che inizierà dalla mezzanotte del 5 novembre 2014 per almeno un giorno affinché il Senato della Repubblica italiana approvi la riforma del divorzio c.d. divorzio breve” impegnandosi a portare avanti senza indugi e senza ulteriori ritardi i lavori al fine di consentire agli italiani di avere una disciplina dello scioglimento del matrimonio simile agli altri paesi europei.

Nella scorsa legislatura il divorzio breve fu depennato dai lavori d’Aula, quindi non fu discusso, dopo un accordo tra partiti ottenuto in commissione giustizia e durato 5 anni di trattative, ritardi, rinvii. Grazie alla caparbietà di pochi ciò NON rimase sconosciuto alla totalità degli italiani, ma ne resta traccia e memoria al costo di circa un mese di sciopero della fame a cui parteciparono centinaia di persone. Ad inizio 2014 altri 575 cittadini hanno partecipato allo sciopero della fame per sbloccare la situazione di stallo in Parlamento consentendo alla Camera di approvare a LARGHISSIMA MAGGIORANZA un testo sul divorzio breve. Oggi, paradossalmente, la stragrande maggioranza dei senatori ha dichiarato il proprio favore alla riforma eppure i lavori della commissione giustizia di Palazzo Madama continuano a procedere a rilento.

Vogliamo porre termine immediato ad altre scuse e fantasie politiche ed arrivare, non solo a chiacchiere, al Governo del fare. FIRMA l’appello e nei commenti indica la data in cui farai lo sciopero della fame e per quanti giorni.

Per contatti personali e partecipare alle manifestazioni manda una mail all’ Ufficio Stampa di SenzaBarcode a ufficostampa@www.senzabarcode.it

Per firmare clicca sul logo di Change.org

 download

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

3 pensieri riguardo “Sciopero della fame per il divorzio breve!

  • 6 Novembre 2014 in 19:12
    Permalink

    La camera approvo’ il disegno di legge sul divorzio breve con un consenso di tutti i partiti pari a circa l’87% dei votanti, quindi, quasi all’unanimità’. Il senato (che il nostro grande ” parolaio ” ,Renzi, dice di voler abolire) ha infognato una legge giusta e attesa da tanti cittadini che scontano da anni il disagio di un paese incivile, retto da una classe politica inefficiente, ignorante e priva di qualsiasi scrupolo.
    Mi chiedo e chiedo al nostro primo ministro ( che finora a buttato e sta buttando solo fumo negli occhi agli italiani ), ma il senato della repubblica italiana e’ formato da partiti diversi da quelli della camera? Oppure siamo al solito gioco del gatto col topo, dove il topo sono gli italiani e il gatto sono i nostri politici, i quali non si fanno scrupolo di giocare sulla pelle dei cittadini e dai quali succhiano il sangue da sempre? Vergognati, primo ministro, hai giocato e stai giocando anche tu sulla pelle di noi cittadini italiani, che, per un po’,ti abbiamo creduto! Ti sei fatto condizionare dal partitino di giovanardi (ncd), dimostrando quanto veramente vali. Vergognati, non incanti più’ nessuno! E se continui così , a breve , sarai annoverato nella lista dei peggiori politici che hanno maggiormente influito sul disastro italiano.
    Cordialmente, Tonino – 06.11.2014-

  • 1 Novembre 2014 in 8:08
    Permalink

    Grazie Giordano! Ricordati di condividere la petizione con i tuoi contatti dopo aver firmato cliccando sul logo di change.org! Buon we!

  • 1 Novembre 2014 in 7:53
    Permalink

    aderisco in toto +
    andare negli Stati vicini, per ricercare…LA CIVILTA’…..
    -esportare soldi nei Paesi limitrofi…..è degenerante ….
    -viene lesa la DIGNITA’ di un popolo…..
    ABERRANTE MISTIFICAZIONE DI UN POPOLO ” si pensava – gli Italiani – esseri CIVILI che vanno ELEMOSINANDO …..LA CIVILTA’…… “……!
    Per colpa dei POLITICI che ci stanno spingendo verso questa CONQUISTA….
    siamo attorniati da paesi che CI SURCLASSANO…..(a josa)…”
    -noi rincorriamo LA CHIMERA…..
    siamo il fanalino di coda…..INCIVILMENTE….! grazie ai personaggi ” de quo “…
    vanno solo elemosinando VOTO nel momento del bisogno, CI RICORDEREMO DI LORO…..!!!!!!

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: