Roma capitale della musica con RomaEuropa Festival 2014

Teatro, cantautorato, rock, grunge, pop saranno i protagonisti dei quaranta giorni del RomaEuropa Festival, dedicati alla musica e ad ogni sua forma di manifestazione. L’evento si terrà nella Capitale dal 14 Ottobre al 30 Novembre.

Il RomaEuropa Festival nasce con il proposito di porre sotto i riflettori numerosi artisti italiani e stranieri, dando loro l’opportunità di confrontarsi con un pubblico giovane e di crescere artisticamente grazie al contatto con interpreti di diversi generi. Gli organizzatori dell’evento si propongono di esaltare il concetto di musica in ogni sua declinazione, dal teatro musicale, alla musica cinquecentesca, sino a forme contemporanee come il rock o il pop.

 Alain Platel e Serge Kakudji inaugureranno la serata di apertura del 14 Ottobre. La musica barocca, i suoni e le danze dell’Africa suggestivamente si fondono in uno spettacolo curato dal coreografo belga Alain Platel. La composizione musicale, “Coup Fatal“, è opera del giovane e talentuoso artista Serge Kakudji. Il congolese sin da bambino è stato catturato dal fascino della musica e soprattutto della lirica, al punto tale da  approcciarsi a questa forma d’arte da autodidatta. La caparbietà e il talento gli hanno consentito di imporsi sulla scena viennese, grazie all’esibizione di difficilissime arie di Mozart, durante i festeggiamenti del 2006 per i 250 anni dalla nascita del compositore di Salisburgo. Kakudji al RomaEuropa Festival presenterà musiche classici barocche, reinterpretate secondo le melodie africane, con forti influenze rock e jazz. Il Caoup Fatal accompagnerà lo spettacolo costruito da Platel con la scenografia di Freddy Tsimba.

Alain Platel e Serge Kakudji si esibiranno al Teatro Argentina nelle serate del 14 e del 15 Ottobre a partire dalle ore 21:00. 

Il RomaEuropa Festival prosegue con le serate del 15 e 16 Ottobre, presso il Teatro Eliseo, dove Jamie Mcdermott e la sua band inglese, gli Irrepressibles, saranno i padroni di casa.

Durante la prima serata il musicista si esibirà nel “Cabaret Songs” con brani di Benjamin Britten su testi di Wystan Auden, Cole Porter, Kurt Weill, George Gershwin, fino ad alcuni inediti di Conor Mitchell. Le musiche degli anni trenta, ricche di ironia ed eleganza saranno quindi reinterpretate dalla sensuale voce di Mcdermott. Mentre Giovedì 16 la band si esibirà con “Nude: Viscera”. Il secondo album della band è una delle tappe della trilogia musicale che questi artisti di Londra intendono realizzare. Il Concetto alla base del loro lavoro è quello di mettere a “nudo”, scrutare fin nel profondo la complessità della vita. “Viscera” è il momento della sensualità, la sfera dell’intimo, delle sensazioni che passano attraverso la pelle e arrivano all’anima.

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: