Recensione: Il Piccolo Principe si mette la cravatta

In Il piccolo Principe si mette la cravatta Pablo, giovane manager, rivoluziona l’intera azienda mettendo al centro le risorse umane. Una storia vera che sembra una favola

Citazione: “E quando credi in quello che senti, prima o poi finisci per farlo davvero. Adesso come adesso, sono certo che l’essere umano costituirà il centro della nuova filosofia economica che scaturirà dalla crisi finanziaria della nostra epoca.”

Il Piccolo Principe si mette la cravatta di Borja Vilaseca per  Avallardi Editore è un’opera che pur essendo uscita già nel 2010 mantiene tutta la sua attualità, oserei dire che ora è più ficcante che nel passato. Una storia vera che sembra una favola ambientata in una società di pubbliche relazioni e comunicazione in Spagna. Un’azienda sana, leader nel proprio settore, dove regna una sfrenata corsa al successo e dove la competizione tra colleghi e reparti è esasperata. Il direttore del personale – pur di spronare i propri sottoposti, urla e denigra il lavoro altrui dando a tutti dell’incompetente.

Un giorno come tanti, durante un colloquio di lavoro, ecco Pablo. Un personaggio molto particolare che ha fatto scelte controcorrenti e non convenzionali. Ha lasciato l’azienda dove ricopriva un ruolo importante perché non si sentiva più a suo agio. Durante un lungo viaggio matura la consapevolezza che “solo le aziende che faranno del bene all’umanità sopravvivranno, le altre soccomberanno sotto il loro peso”. Pablo entra a far parte della società SAT. Rivoluzionerà ogni cosa e la sua opera porterà l’azienda a raggiungere traguardi mai sperati prima.

Il Piccolo Principe si mette la cravatta si legge tutto di un fiato. Ben scritto. I personaggi sono tratteggiati con uno stile vivido tanto che il lettore si immedesimerà in ognuno di loro. Ce la farà? Come risponderà? Quali scelte opererà? Ma sarà poi veramente giusto? Ecco le domande che, riga dopo riga, chi legge si farà.  L’epilogo non è affatto scontato, una lettura che stimola una vera e profonda riflessione sul ruolo delle risorse umane nelle aziende e sulle modalità con cui ognuno di noi lavora quotidianamente. Una lettura scorrevole e mai pedante.

Potete acquistarlo su Amazon.it cliccando qui

Erica Simone

Sono un Hospitality Manager e Ufficio Stampa, ho lavorato per boutique Hotels, ristoranti e strutture recettive. Quale responsabile della comunicazione mi sono occupata di eventi musicali e culturali. Sono proprietaria di un B&B al centro di Roma. Le mie passioni sono l'ospitalità, la comunicazione e la politica.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: